Climi e viaggi
 Guida ai climi nel mondo
 

Home Africa N.America S.America Antartide Asia Caraibi Europa M.Oriente Oceania

Clima - India

Temperatura, pioggia, tempo prevalente, quando andare, come vestirsi

Bandiera - India




Considerando anche la catena dell'Himalaya, si dice un po' enfaticamente che in India siano presenti tutti i climi, ma in gran parte del Paese il clima è tropicale e dominato dai monsoni, che determinano una stagione secca e una piovosa. Le piogge sono più o meno intense e durature a seconda delle zone, ma in genere il periodo più piovoso va da luglio a settembre, tranne nel sud-est dove il monsone si prolunga fino alla fine dell'anno. Il periodo più caldo in genere va da aprile a metà giugno, prima dell'arrivo del monsone: dunque la vera estate corrisponde alla primavera del calendario. L'inverno va da dicembre a febbraio. Al nord-ovest il monsone è più breve, mentre nelle montagne interne del Kashmir il monsone non arriva proprio. Lungo le coste fa caldo tutto l'anno, soprattutto nel centro-sud, ma il caldo è temperato dalle brezze.
Per approfondire: il monsone indiano

Analizziamo adesso le diverse zone climatiche indiane.


India, clima dell'Himalaya
Alle quote più alte dell'Himalaya il clima è di tipo montano. La temperatura diminuisce con la quota, ma varia a seconda dei versanti: è più elevata lungo il versante meridionale, mentre diventa più bassa nelle zone interne e nei versanti settentrionali. Anche le precipitazioni, elevate sulle pendici meridionali, diventano scarse nelle zone interne, in particolare al nord-ovest, dove troviamo il Ladakh, altopiano arido in quanto chiuso tra Karakorum e Himalaya (v. Leh).
Alle pendici dell'Himalaya, soprattutto nella zona occidentale, in inverno cade qualche pioggia. A Srinagar, a 1.500 metri nello stato di Jammu e Kashmir, dove si dice si trovi la tomba di Gesù, il clima è soprendentemente simile a quello di città della pianura padana come Milano, anche se è più asciutto e soleggiato in autunno. Ecco le temperature medie.
Temperature medie di Srinagar
Srinagar G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -2 -1 3 7 11 15 18 18 13 6 0 -2
Max (°C) 5 8 14 19 24 29 30 30 28 22 15 9

Al riparo dal monsone, Srinagar in estate conosce alcuni temporali pomeridiani. In inverno sono possibili nevicate e gelate; la primavera è la stagione più piovosa, ma senza gli eccessi delle zone monsoniche. Le piogge invernali e primaverili sono dovute al passaggio delle perturbazioni di origine mediterranea, che possono interessare questo lembo nord-occidentale del territorio indiano. Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Srinagar
Srinagar G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 75 70 105 80 65 35 60 65 30 30 18 35 668
Giorni 8 7 10 10 7 5 7 7 4 4 2 5 76

Sopra i 3.000 metri nel Kashmir l'inverno diventa gelido, ma se è ancora nevoso lungo il primo versante occidentale (a Drass a 3.000 metri nevica in inverno mentre l'estate è secca), diventa desertico nell'altopiano interno: a Leh nell'altopiano del Ladakh a 3.500 metri di quota, le precipitazioni scendono sotto i 100 millimetri annui e il paesaggio è desertico.
Se il Jammu e Kashmir è al riparo dal monsone estivo, ciò non vale per le montagne che si trovano più ad est, vale a dire ad ovest del Nepal (negli stati di Himachal Pradesh e Uttarakhand), e tantomeno per quelle del nord-est (che ad alte quote si trovano quasi tutte nel Sikkim e nell'Arunachal Pradesh).
A Gangtok, nel Sikkim, a 1.400 metri di quota, si passa dagli 8,5 gradi di gennaio ai 19,5 di agosto: rispetto a Srinagar, che è più a nord, d'inverno è come passare da Milano a Napoli.
Temperature medie di Gangtok
Gangtok G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 4 6 9 12 14 16 17 17 16 12 9 6
Max (°C) 13 14 18 21 22 22 22 22 22 21 18 14

L'estate a Gangtok è così fresca perché le piogge monsoniche estive sono pressoché quotidiane e il soleggiamento estivo molto scarso. Già a maggio cadono ben 525 millimetri di pioggia, e a luglio 630. Il totale annuo ammonta a ben 3.535 millimetri. L'unico periodo in cui piove poco va da novembre a gennaio. Anche se l'inverno qui non è così freddo, novembre si lascia preferire perché è più mite.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Gangtok
Gangtok G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 30 80 120 270 525 610 630 565 465 180 40 20 3535
Giorni 2 6 8 13 19 22 23 22 18 13 4 2 152

A Darjeeling, nel Bengala occidentale, a 2.100 metri di quota, dove venivano a passare l'estate i coloni britannici in fuga dal caldo, si passa in media dai 5 gradi di gennaio ai 17 di luglio e agosto. I britannici trovavano dunque un'estate fresca come quella inglese, ma decisamente più piovosa, con più di 400 millimetri al mese da giugno a settembre e piogge pressoché quotidiane. Qui l'inverno è abbastanza freddo ma secco e soleggiato.

Le nevi perenni in India iniziano intorno ai 4.500 metri: un po' più in basso nel Karakorum, che si trova più a nord, e un po' più in alto nell'Himalaya.


Clima del nord dell'India
In questa vasta area settentrionale dell'India, che coincide quasi del tutto con la pianura indo-gangetica, il clima presenta le seguenti caratteristiche: inverno relativamente fresco, soprattutto nella parte più settentrionale, comunque con medie di gennaio inferiori ai 20 gradi (tranne lungo le coste del Gujarat dove si possono superare leggermente i 20 gradi); periodo caldissimo da marzo a maggio, a volte anche a giugno, prima dell'arrivo del monsone; monsone estivo da debole a moderato (zone 1 e 2) a relativamente intenso (zona 3), comunque con precipitazioni annue inferiori ai 1.400 millimetri e con ritiro del monsone entro la metà di ottobre.

Nel nord-ovest dell'India al confine con il Pakistan (zona 1) troviamo una vasta zona arida, che si estende nella parte occidentale degli stati del Rajasthan e del Gujarat ad ovest dei Monti Aravalli. Si tratta di una zona che riceve il monsone per un periodo breve, da fine giugno o inizio luglio a metà settembre, e con piogge non abbondanti. Il quantitativo totale delle precipitazioni è inferiore ai 400 millimetri; in genere si superano i 250 millimetri considerati il limite per il clima desertico, tranne nella parte più occidentale, dove si trova il deserto di Thar, ma le piogge sono concentrate in un tempo così breve da rendere comunque difficile la sopravvivenza della vegetazione, se non qualche arbusto o qualche pianta xerofila. Anche nel deserto di Thar, comunque, qua e là si trova un po' di vegetazione, sia pure in un panorama di dune di sabbia.

Deserto di Thar

A Jodhpur, nel Rajasthan, cadono 375 millimetri di pioggia all'anno, di cui più di 100 al mese soltanto a luglio e agosto. Nel resto dell'anno splende il sole.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Jodhpur
Jodhpur G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 8 5 2 2 6 30 120 145 45 7 3 1 374
Giorni 1 1 1 0 1 3 8 9 3 1 0 0 28

In inverno, da dicembre a marzo, le temperature sono piacevoli, con notti fresche o leggermente fredde, intorno ai 10 gradi, e giornate calde, intorno ai 25/28 gradi. Già a marzo il caldo è intenso, con massime sui 33 gradi, che ad aprile diventano 38, a maggio 41 e a giugno 40. Da aprile a giugno, finché non arriva il monsone, nelle giornate più calde si possono sfiorare i 50 °C all'ombra. Il monsone fa diminuire la temperatura fino ai 36 gradi di luglio e ai 34 di agosto, ma in compenso aumenta il tasso di umidità. Passato il monsone, la temperatura a settembre e ottobre riprende a crescere leggermente, arrivando a 35 gradi a settembre e a 36 ad ottobre, per poi riprendere a scendere a fine anno, fino a 32 a novembre e a 27 a dicembre.
Temperature medie di Jodhpur
Jodhpur G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 10 12 17 23 27 28 27 25 24 20 15 11
Max (°C) 25 28 33 38 41 40 36 34 35 36 32 27

Il periodo migliore per visitare quest'area va da dicembre a febbraio, ma se si può viaggiare solo in estate e si desidera comunque visitare l'India, si può scegliere questa zona dal momento che è la meno interessata dal monsone, insieme alle montagne del Kashmir.
Va comunque ricordato che i monsoni presentano una certa irregolarità, e in particolare la zona nord-occidentale dell'India (insieme al Pakistan) risulta più piovosa del normale negli anni della Niña, quando può sperimentare alluvioni, mentre in altri anni la zona può rimanere quasi del tutto a secco (negli anni del Niño un po' tutta l'India può sperimentare inverni più caldi e monsoni estivi più deboli del normale, ma questo non accade tutte le volte).

Ad est dell'area precedente troviamo un'area centrale (zona 2 nella cartina) in cui il clima è semi-arido, dal momento che le precipitazioni annue sono comprese tra i 400 e gli 800 millimetri. In altre circostanze questo non sarebbe un quantitativo basso, ma considerando le temperature elevate e soprattutto il fatto che le piogge sono concentrate in pochi mesi, la vegetazione che occupa quest'area non è certo lussureggiante. Ciò non toglie che nel breve periodo monsonico vi possano essere piogge abbondanti.
La capitale del Rajasthan, Jaipur, si trova ad est dei Monti Aravalli ed è dunque più piovosa dell'area desertica: vi cadono 610 millimetri di pioggia all'anno, di cui 200 ad agosto. Ad Agra, dove si trova il Taj Mahal, si arriva a 725 millimetri l'anno.
La capitale dell'India, Nuova Delhi è al limite dell'area dal momento che riceve 800 millimetri di pioggia all'anno, di cui la gran parte da luglio a settembre (v. anche il clima di Nuova Delhi).
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di New Delhi
New Delhi G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 20 15 10 30 30 55 220 250 135 15 7 15 802
Giorni 3 2 2 1 1 4 12 11 6 2 0 1 45

Ecco le temperature medie.
Temperature medie di New Delhi
New Delhi G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 6 10 14 20 26 28 27 26 24 18 11 7
Max (°C) 21 24 29 36 40 39 35 34 34 34 28 23

Un'altra località che si trova in quest'area è Amritsar, che riceve 480 millimetri di pioggia all'anno.

Tempio d'oro di Amritsar

Ancora più ad est, ma anche in una sottile fascia a nord e ai piedi dell'Himalaya (zona 3), le piogge sono più abbondanti, tanto che si attestano tra gli 800 e i 1.400 millimetri annui, in città come Lucknow, Kanpur, Varanasi, ma per il resto il clima è simile a quello di Nuova Delhi. Nell'estremo nord, a Jammu, ai piedi dell'Himalaya, in inverno passa qualche perturbazione di origine mediterranea (che abbiano già visto interessare l'area montuosa di Srinagar), tanto che cadono 33 millimetri a dicembre, e ben 60 a gennaio, febbraio e marzo. Da dicembre a febbraio, in questa località tra le più settentrionali della pianura, qualche volta la temperatura minima può toccare lo zero o scendere addirittura di due o tre gradi al di sotto.


Clima del nordest dell'India
In quest'area nord-orientale dell'India il clima è più umido e meno torrido rispetto alle restanti aree settentrionali analizzate in precedenza. Anche qui l'inverno è secco ed è molto mite con temperature medie di gennaio di poco inferiori ai 20 gradi; il forte riscaldamento da marzo a maggio però si avverte relativamente ad ovest del Bangladesh, e per nulla ad est e a nord, perché qui siamo al di fuori della massa continentale indiana; le piogge monsoniche sono abbondanti e a volte abbondantissime, e comunque il totale annuo delle precipitazioni supera i 1.400 millimetri; il periodo monsonico è abbastanza lungo dal momento che va dai primi di giugno all'inizio di ottobre, e spesso è preceduto ad aprile e a volte anche a marzo da un'instabilità in grado di portare temporali pomeridiani, soprattutto alle pendici dei monti.
Ad ovest del Bangladesh, nel Bengala occidentale, troviamo Calcutta (Kolkata), al limite di questa zona, con un inverno piacevolmente caldo vista la vicinanza al mare (20 gradi la media di gennaio); qui il riscaldamento è sensibile anche se non come a Nuova Delhi, comunque si possono superare i 40 gradi nei momenti peggiori da marzo a giugno.
Temperature medie di Calcutta
Calcutta G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 14 17 21 25 26 27 26 26 26 24 19 14
Max (°C) 26 29 34 36 36 34 32 32 32 32 29 26

Il monsone a Calcutta va all'incirca dal 5 giugno al 15 ottobre, ma già a maggio si manifestano i primi rovesci pomeridiani. Il totale annuo è di 1.600 millimetri di pioggia. Da novembre ad aprile piove poco e splende il sole.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Calcutta
Calcutta G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 13 25 25 45 130 260 300 305 290 160 35 3 1591
Giorni 1 2 2 4 8 15 21 21 17 9 2 1 103

Presso Kolkata, il mare è abbastanza caldo per fare il bagno tutto l'anno, anche se la temperatura del mare scende fino a 23/24 °C a gennaio e febbraio.
Temperatura del mare - Calcutta
Calcutta G F M A M G L A S O N D
Mare (°C) 23 24 26 28 29 30 29 29 29 29 27 25

Nel resto del nord-est le piogge sono in genere più abbondanti, tranne in qualche area un po' più riparata come Guwahati, nella valle del Brahmaputra, dove piove quanto a Calcutta. In genere però si superano i 2.000 millimetri, e in certe zone dove le correnti sono costrette a salire lungo i pendii montuosi, si raggiungono valori spettacolari. Cherrapunj, a 1.300 metri di quota nello stato nordorientale della Meghalaya, è la località più piovosa del mondo: vi cadono 10.866 millimetri all'anno (quasi 11 metri!), di cui 2.600 a giugno. Per ben 5 mesi, da maggio a settembre, ne cadono più di 1.000 al mese. Per fortuna anche qui, come in tutta la regione, piove poco da metà novembre a febbraio, ma già a marzo a suon di temporali cadono 220 millimetri di pioggia, e ad aprile il monsone anticipato agisce già a pieno ritmo, con più di 700 millimetri. A questa quota la temperatura è piacevole, dal momento che le massime sono intorno ai 22 gradi da aprile a ottobre, mentre in inverno sono intorno ai 15/17 gradi.
Come già accennato, l'estremo nord-est (Meghalaya, Assam ecc.) in primavera non si riscalda eccessivamente, per cui le temperature massime rimangono intorno ai 30/32 gradi in pianura da aprile a ottobre.


Clima dell'India del centro-sud
In quest'area che comprende tutto il centro-sud dell'India tranne la costa occidentale e le alture dei Ghati occidentali, il clima è tropicale, con la media di gennaio che supera i 20 gradi, ma per il resto vi sono differenze non da poco: nella parte nord e quella interna del sud (zona A) il monsone dura da giugno a ottobre, mentre lungo la costa sud-orientale (zona B) il monsone conosce il suo massimo alla fine dell'anno, tra ottobre e dicembre (monsone di nordest o di ritorno). Le piogge sono più abbondanti nella parte orientale, sia della zona A che della zona B.
Il riscaldamento nel periodo marzo-giugno è molto forte nelle zone interne e si fa sentire anche sulla costa orientale. Nelle zone interne le piogge estive non sono in genere più abbondanti che nel nord dell'India, ma sono più frequenti e il cielo è spesso nuvoloso: ad esempio a Nagpur e a Bangalore a luglio abbiamo solamente 3 ore di sole al giorno contro le 6 di Nuova Delhi.

Partiamo dalla zona A.
A Nagpur, nel Maharastra, si passa dai 21 gradi di gennaio (minima 13, massima 29) ai 35 di maggio (minima 28, massima 43), ai 28 di luglio (minima 24, massima 31). Le piogge annue ammontano a 1.170 millimetri, di cui più di 150 da giugno a settembre, con un massimo di 340 a luglio. Piove poco da ottobre a maggio. Il periodo migliore, come in gran parte dell'India, va da novembre a febbraio.
Più a sud, a Puna, a 550 metri di quota, la temperatura è leggermente meno elevata nei mesi più caldi (la media delle massime di maggio è di 38 gradi), e le piogge ammontano ad appena 700 millimetri annui, perché la città è protetta dai Ghati occidentali, da cui dista pochi chilometri. Qui cadono più di 100 millimetri da giugno a settembre, ma sempre meno di 200, e ancora ad ottobre ne cadono 90 (il monsone dura un po' di più perché ci troviamo più a sud). Questa è una delle zone meno piovose del centro-sud, e il paesaggio è semi-arido.
Scendiamo ancora a sud, e troviamo Hyderabad, a 550 metri di quota nell'Andhra Pradesh; qui si passa dai 22 gradi di media giornaliera di gennaio ai 33 di maggio, per scendere a 27 a luglio.
Temperature medie di Hyderabad
Hyderabad G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 15 18 21 24 26 24 23 22 22 20 17 15
Max (°C) 29 32 35 38 39 35 31 30 31 31 29 28

Le piogge ammontano a 760 millimetri l'anno, di cui più di 100 da giugno a settembre, e 70 a ottobre: siamo ancora in una zona semi-arida.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Hyderabad
Hyderabad G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 2 11 13 25 30 105 165 145 165 70 25 6 762
Giorni 0 2 2 3 3 8 15 13 11 5 2 1 65

Scendiamo ancora più a sud e arriviamo ad Anantapur, anch'essa nell'Andhra Pradesh, dove il caldo è ulteriormente anticipato, dal momento che già a febbraio le massime si attestano intorno ai 33 gradi; inoltre qui a maggio si comincia ad assistere ad una certa attività temporalesca che precede il monsone vero e proprio, ma poi il monsone arriva decisamente indebolito nei primi mesi, tanto è vero che cadono appena 60/70 millimetri al mese da giugno ad agosto, anche se l'umidità elevata e il cielo nuvoloso fanno capire che siamo nel periodo monsonico. Il monsone però diventa più intenso a settembre e ottobre, che sono i mesi più piovosi, con rispettivamente 120 e 150 millimetri. Il totale annuo delle piogge è ancora contenuto: appena 650 millimetri.
A Bangalore, nel sud del Karnataka, il caldo è temperato dalla quota (siamo infatti a 920 metri sul livello del mare).
Temperature medie di Bangalore
Bangalore G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 15 17 19 21 21 20 19 19 19 19 17 15
Max (°C) 27 30 33 34 33 29 28 28 28 28 27 26

Qui già a maggio cadono 115 millimetri di pioggia, poi il monsone va da giugno a metà novembre. Il totale delle precipitazioni ammonta a 920 millimetri.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Bangalore
Bangalore G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 3 10 6 45 115 80 115 145 145 185 55 16 920
Giorni 1 1 1 4 9 9 13 14 11 11 5 2 81

Passiamo ora alla zona B.
Qui siamo nella costa orientale, dove fa caldo tutto l'anno. Se la costa occidentale fino a Trivandrum è molto piovosa, la porzione costiera meridionale riceve piogge inferiori ai 1.000 millimetri, e persino agli 800 millimetri annui nella parte occidentale. E' il caso di Kanyakumari, nella punta meridionale del Paese, nello stato del Tamil Nadu, dove il caldo è estivo tutto l'anno, dal momento che le massime non scendono mai sotto i 30 gradi, mentre le piogge, dopo un primo periodo di instabilità da aprile a giugno con qualche temporale neanche troppo intenso, conoscono una relativa pausa da luglio a settembre con appena 40/45 millimetri al mese, mentre il monsone vero e proprio è tardivo e limitato ai mesi di ottobre e novembre. Qui siamo dunque nella zona dove prevale il "monsone di nord-est" o "monsone di ritorno", tipico della costa sud-orientale, ma vista la scarsità delle piogge (appena 735 millimetri all'anno) rientriamo nell'area semi-arida. In questa porzione della costa meridionale si può venire da metà dicembre a febbraio, o anche a marzo-aprile anche se è il periodo più caldo dell'anno (che comunque non raggiunge gli eccessi delle zone interne). Tutto sommato in genere è accettabile anche il periodo luglio-settembre, che però è umido, spesso è nuvoloso, e presenta il rischio che passi qualche tempesta tropicale o ciclone.
Risalendo lungo la costa orientale troviamo la costa del Coromandel, dove le piogge si fanno più abbondanti. Il massimo della piovosità viene raggiunto nella zona di Pondicherry nel Tamil Nadu, dove cadono 1.700 millimetri l'anno, con il picco massimo tra ottobre e dicembre.
Anche a Chennai (ex Madras) il monsone tardivo si fa sentire, dal momento che cadono 265 millimetri ad ottobre, 310 a novembre, e ancora 155 a dicembre.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Chennai
Chennai G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 24 7 15 25 50 55 85 125 120 265 310 155 1236
Giorni 2 1 1 2 2 7 10 11 9 12 11 7 75

Qui il periodo migliore si riduce a gennaio e febbraio, quando c'è un caldo estivo, c'è il sole e si può andare al mare.
Temperature medie di Chennai
Chennai G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 20 21 23 26 28 27 26 26 25 24 23 21
Max (°C) 29 31 33 35 37 37 35 35 34 32 29 28

Il Golfo del Bengala, a questa latitudine, è caldo tutto l'anno, come si può vedere dalle temperature del mare a Chennai.
Temperatura del mare - Chennai
Chennai G F M A M G L A S O N D
Mare (°C) 27 27 28 29 30 30 29 29 29 29 28 27


Clima dell'India Sud-occidentale e delle isole

Lungo la costa occidentale e nelle isole (Laccadive nel Mare Arabico, Nicobare e Andamane nel Golfo del Bengala) il clima è caldo e umido tutto l'anno, con piogge abbondanti per molti mesi all'anno, con una pausa invernale.
Lungo la costa occidentale fa caldo tutto l'anno, mentre il periodo monsonico si allunga progressivamente quanto più si proceda da nord a sud. Durante l'inverno le temperature sono particolarmente elevate per la stagione, perché il monsone invernale di nord-est discende dai Ghati occidentali riscaldandosi leggermente con un effetto favonico.
A Mumbai (l'ex Bombay) anche a gennaio le massime superano i 30 gradi: la media è di 32 gradi a dicembre e 31 a gennaio; le minime però scendono sia pur di poco sotto i 20 gradi. Le piogge sono scarse e il sole è frequente da novembre a maggio. Da marzo a maggio la temperatura aumenta ma non come all'interno del continente: le massime arrivano intorno ai 33 gradi, le minime notturne arrivano fino a 24/25, e comunque nei momenti peggiori si possono toccare i 40 gradi.
Temperature medie di Mumbai
Mumbai G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 17 18 21 24 26 26 25 25 24 23 21 18
Max (°C) 31 31 33 33 33 32 30 30 30 33 34 32

Il monsone a Mumbai dura da giugno ai primi di ottobre ed è molto intenso, in particolare a luglio quando cadono 800 millimetri di pioggia. A luglio e agosto il cielo è quasi sempre nuvoloso e l'umidità molto pesante. A Mumbai cadono circa 2.250 millimetri di pioggia all'anno.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Mumbai
Mumbai G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 1 1 0 1 13 523 800 530 312 56 17 5 2259
Giorni 0 0 0 0 1 15 23 21 14 3 1 0 78

Il Mar Arabico è abbastanza caldo per fare il bagno tutto l'anno, come si può vedere dalle temperature dell'acqua a Mumbai.
Temperatura del mare - Mumbai
Mumbai G F M A M G L A S O N D
Mare (°C) 26 25 26 27 29 29 29 28 28 29 28 26

Proseguendo verso sud lungo la costa, il clima diventa ancora più piovoso. A Panaji, nell'ex colonia portoghese di Goa, si toccano i 2.900 millimetri all'anno, di cui quasi 1.000 soltanto a luglio.
Precipitazioni medie di Goa
Goa G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 0 0 1 12 113 868 995 519 252 125 31 17 2932
Giorni 0 0 0 1 4 22 27 13 14 6 3 0 90

La temperatura è elevata tutto l'anno, e anche in inverno le minime rimangono sui 20 gradi.
Temperature medie di Goa
Goa G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 20 21 23 26 26 25 24 24 24 24 22 21
Max (°C) 32 32 32 33 33 30 29 29 30 32 33 32

La temperatura del mare a Goa è alta per tutto l'anno, e in inverno è un po' più elevata che a Mumbai.
Temperatura del mare - Goa
Goa G F M A M G L A S O N D
Mare (°C) 28 28 28 29 30 29 28 28 28 29 29 28

Ancora più a sud, a Mangalore, nel Karnataka, dove inizia la costa di Malabar e la temperatura diurna è di 33 gradi anche a gennaio, si arriva a 3.300 millimetri l'anno. Qui si fanno già sentire i temporali a maggio, mentre il monsone va dal 5 giugno al 15 ottobre circa.
Ancora più a sud, a Calicut nel Kerala i primi temporali si registrano già ad aprile, mentre il monsone si prolunga fino a novembre, quando cadono ancora 130 millimetri di pioggia.
A Trivandrum, nella punta meridionale del Kerala, le piogge sono meno abbondanti (ammontano a 1.700 millimetri annui), ma il periodo piovoso è molto lungo: già ad aprile cadono 110 millimetri di pioggia sotto forma di rovesci e temporali, e sono ancora 170 a novembre. In questa porzione più meridionale della costa occidentale, dunque, si fa sentire in parte anche il monsone di ritorno.
La costa occidentale è molto piovosa perché alle spalle c'è la catena montuosa dei Ghati occidentali che forza la risalita delle masse d'aria umide provenienti dal mare. Lungo i pendii montuosi infatti le piogge sono ancora più abbondanti, tanto che in certe località si sfiorano persino i sei metri di pioggia all'anno! Lo scenario è molto diverso sul versante orientale, dove il monsone di sud-ovest penetra con difficoltà, e come abbiamo visto si scende sotto i 1.000 millimetri all'anno. Ai tempi dell'impero gli inglesi che si trovavano in quest'area in estate si rifugiavano a Ootacamund (detta anche Ooty o Udhagamandalam), a 2.200 metri di quota, a 100 chilometri dalla costa ad est di Calicut, dove il monsone estivo si fa ancora sentire ed anche in parte quello autunnale, ma non in maniera esagerata (cadono più di 100 millimetri da maggio a novembre, con due picchi a luglio e ottobre). Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Ooty
Ooty G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 20 10 26 75 148 137 181 124 135 189 140 53 1238
Giorni 1 1 2 5 8 8 10 9 9 11 7 4 75

In compenso nel periodo monsonico fa fresco, con massime intorno ai 17/18 gradi a luglio e agosto, e minime di circa 10/11 °C. Qui in inverno, a causa dei cieli sereni, fa un po' più freddo di notte e un po' più caldo di giorno rispetto ai mesi estivi e monsonici.
Temperature medie di Ooty
Ooty G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 6 7 9 11 11 11 11 11 10 10 9 7
Max (°C) 20 21 22 23 22 18 17 17 19 19 19 20

Occupiamoci ora delle isole. Qui il clima è caldo tutto l'anno, con temperature minime intorno ai 24/25 e massime intorno ai 28/30 gradi, e con un leggero aumento della temperatura tra marzo e maggio.
Nelle Laccadive, nel Mare Arabico, cadono dai 1.500 ai 2.000 millimetri l'anno, e le piogge vanno da maggio a metà dicembre. Visto il caldo che aumenta leggermente a partire da marzo, qui il periodo migliore va da fine dicembre a febbraio.
Nelle Nicobare e Andamane, nel Golfo del Bengala, le piogge sono un po' più consistenti, dal momento che vanno dai 2.500 ai 3.000 millimetri l'anno. Le piogge sono abbondanti e il soleggiamento è scarso da maggio a novembre. A Car Nicobar e nelle isole più meridionali le piogge proseguono anche a dicembre e persino a metà gennaio, mentre terminano prima a Port Blair e in quelle più settentrionali. In queste isole si può dunque andare da fine gennaio a metà aprile in quelle meridionali, da fine dicembre a metà aprile in quelle settentrionali.
Ecco le precipitazioni a Port Blair, nelle isole Andamane.
Precipitazioni medie di Port Blair
Port Blair G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 40 20 16 65 395 600 470 450 440 360 215 105 3176
Giorni 3 2 2 7 17 25 24 23 23 19 13 8 166

Nelle isole le temperature sono elevate tutto l'anno, con minime regolarmente sopra i 20 gradi.
Temperature medie di Port Blair
Port Blair G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 23 23 23 25 25 24 24 24 24 24 24 24
Max (°C) 29 30 32 33 31 30 29 29 29 30 30 29

Anche nelle isole del sud, il mare è caldo tutto l'anno.
Temperatura del mare - Port Blair
Port Blair G F M A M G L A S O N D
Mare (°C) 28 28 29 30 30 29 29 28 28 29 29 28


Zone interessate dai cicloni in India

Parliamo adesso dei cicloni tropicali. Essi sono più frequenti sul Golfo del Bengala che sul Mare Arabico, ma sono possibili anche in quest'ultimo. Nel sud dell'India, verso la punta del continente a forma di triangolo, i cicloni possono penetrare all'interno e passare da un mare all'altro; nella parte orientale possono penetrare per qualche centinaio di chilometri seguendo una traiettoria che va da sud-est a nord-ovest; nel nord-ovest possono interessare la costa del Gujarat. La cartina si riferisce alle zone che hanno ricevuto i cicloni in passato ed è dunque soltanto indicativa: nulla impedisce che un ciclone possa seguire una traiettoria diversa, anche se è poco probabile. Il periodo dei cicloni va da maggio a novembre. La zona più a rischio è comunque quella del Bengala, nell'enorme delta del Gange-Brahmaputra (condiviso con il Bangladesh), dove si trova acqua ovunque e la terraferma è al livello del mare.


In India sono presenti diversi tipi di clima, per cui è difficile trovare un periodo unico che sia il migliore per tutto il Paese. Comunque, il periodo migliore per visitare la gran parte dell'India a livello di pianura e collina, va da metà novembre a febbraio. Sulle coste sud-orientali e nelle isole meridionali le piogge continuano fino a dicembre, per cui si può andare a gennaio e febbraio. Marzo è ancora un mese secco, ma comincia ad essere caldo, con punte che nel corso del mese possono superare i 35 gradi al sud.
Se si può viaggiare solo in estate, si può scegliere il nord-ovest. Nel Rajasthan il monsone è meno intenso, per cui si può andare anche in estate: si troverà caldo afoso e qualche rovescio di pioggia, in genere non abbondante. Anche le montagne del Jammu e Kashmir possono essere visitate in estate, perché si trovano in una zona di "ombra pluviometrica". Ben diversa la situazione sulla parte orientale dell'Himalaya, che viene colpita in pieno dal monsone estivo.
Come detto, il mare in India è sufficientemente caldo per fare i bagni tutto l'anno. Per fare vita da spiaggia, la costa occidentale (v. Goa) è indicata da dicembre a febbraio, quella orientale a gennaio e febbraio.

In valigia- cosa portare

In inverno: per l'estremo nord a bassa quota (Jammu, Amritsar) e per le zone montuose del sud (Ootacamund), vestiti di mezza stagione, maglione e giacca calda per la sera; per il nord (Nuova Delhi, Jaipur, Varanasi, Patna), vestiti di mezza stagione, leggeri per il giorno, una giacca e un maglione per la sera, eventualmente berretto e sciarpa per le sere più fredde. Per il centro e le zone interne del centro-sud (Calcutta, Hyderabad), vestiti leggeri per il giorno, maglione e giacca leggera per la sera.
Per le coste centro-meridionali (Mumbai, Goa, Trivandrum, Chennai, Pondicherry), vestiti leggeri, un foulard per la brezza, una felpa leggera per la sera; sulla costa sud-orientale (Chennai, Pondicherry) impermeabile leggero o ombrello ancora a dicembre.
Per le isole (Laccadive, Nicobare e Andamane), vestiti leggeri, un foulard per la brezza, una felpa leggera per la sera, impermeabile leggero o ombrello fino a dicembre o a metà gennaio.
Per le aree coralline, attrezzatura per snorkeling, scarpe acquatiche o con suola in gomma.
Per l'Himalaya: intorno ai 1.500/2.000 metri (Srinagar, Darjeeling), vestiti caldi, giubbotto, berretto, sciarpa. Sopra i 2.000 metri, vestiti caldi, da inverno europeo, scarpe da trekking, occhiali da sole, crema solare. Alle quote più elevate, vestiti per il grande freddo, biancheria intima termica, calzamaglia, giacca calda, guanti, berretto, sciarpa.

In estate: per tutte le zone a bassa quota, vestiti leggerissimi e in fibra naturale, impermeabile leggero o ombrello, una felpa leggera e un foulard per l'aria condizionata; turbante da deserto al nord-ovest; un foulard per la brezza sulle coste, una felpa leggera per la sera a quote collinari (v. Bangalore). Per le montagne del sud (Ootacamund), vestiti di mezza stagione, impermeabile, giacca, maglione.
Per l'Himalaya: intorno ai 2.000 metri (Darjeeling), vestiti di mezza stagione, impermeabile, giacca, maglione. Alle quote più alte, piumino, berretto, guanti, sciarpa.

Per entrare nei templi occorre togliersi le scarpe e indossare abiti non troppo scollati.
Nelle zone rurali, le scarpe chiuse possono essere utili contro i serpenti.




Torna a Asia

Vedi Tutti i Paesi

Condividi:
Paesi vicini:
Bangladesh
Bhutan
Birmania Myanmar
Cina
Maldive
Nepal
Pakistan
Sri Lanka
Tibet


Vedi anche:
Nuova Delhi

Versione inglese (°C, metri) Versione americana (°F, piedi) Versione francese

Home
Chi siamo
Contatti
Link
Privacy