Climi e viaggi
 Guida ai climi nel mondo
 

Home Africa N.America S.America Antartide Asia Caraibi Europa M.Oriente Oceania

Clima - Mongolia

Temperatura, pioggia, tempo prevalente, quando andare, come vestirsi

Bandiera - Mongolia



In Mongolia il clima è fortemente continentale, con lunghi inverni caratterizzati da gelo polare e brevi estati moderatamente calde: le differenze nella temperatura media tra l'inverno e l'estate arrivano anche a 40/45 gradi. Le piogge sono scarse, a livello semidesertico o desertico, e concentrate in estate, nell'ambito del monsone asiatico; in inverno, quando dominano le alte pressioni termiche, i cieli sono spesso sereni. Le piogge sono più abbondanti al nord, dove superano i 300 millimetri annui, mentre nel sud, desertico, scendono sotto i 200. Durante l'inverno le nevicate sono abbastanza frequenti ma molto leggere, tanto che in genere creano un sottile velo bianco che può essere portato via dal vento; a volte si possono verificare persino con il cielo sereno (l'umidità si condensa direttamente per il freddo, in base al fenomeno detto polvere di diamante).
La gran parte della Mongolia è occupata da un altopiano che ha un'altezza variabile tra i 1.000 e i 1.500 metri, e che mitiga le temperature estive. Nell'altopiano possono soffiare forti venti, soprattutto in primavera. Data l'aridità del clima, questi venti possono sollevare tempeste di polvere, che sono più frequenti nel sud, dove si presentano per più di 30 giorni all'anno, abbastanza frequenti nella parte centrale (dai 15 ai 30 giorni) e decisamente più rare al nord (anche meno di 10). In inverno il vento associato alle irruzioni fredde può acuire la sensazione di freddo, e portare al rapido congelamento delle persone che vi si espongono: ad esempio con una temperatura di -20 gradi (normale in Mongolia nei mesi freddi), un vento a 72 km/h genera un wind chill (temperatura equivalente) di -35 °C e il rischio di congelamento. Quando si raggiungono valori al di sotto dei -30 °C, in caso di prolungate esposizioni il rischio di congelamento è presente anche in assenza di vento.
Il clima in Mongolia è instabile, per cui da un anno all'altro vi possono essere variazioni notevoli nella temperatura e nella piovosità.
Steppa in Mongolia
Il soleggiamento in Mongolia è buono tutto l'anno, perché i cieli sereni sono molto frequenti, e raggiunge il massimo in primavera; in estate le giornate nuvolose aumentano un po', nell'ambito del già menzionato monsone estivo.
La temperatura media di gennaio oscilla tra i -32 gradi delle zone più fredde del nord, ai -15 °C del sud. La temperatura non diminuisce necessariamente con la quota, anzi per il fenomeno dell'inversione termica può persino aumentare: le zone più fredde del Paese sono le valli tra le montagne del nord. In estate invece la temperatura aumenta procedendo da nord a sud e scendendo di quota: a 1.500 metri la media di luglio è intorno ai 13 gradi all'estremo nord, ai 15 al centro-nord e ai 20 al sud, mentre a 1.000 metri va dai 16 gradi del nord ai 23 del sud. Dunque solo alle quote più basse e al sud l'estate si può definire molto calda (le zone a quote intorno ai mille metri o inferiori non sono molto vaste), mentre nella gran parte della Mongolia in genere in estate le notti sono fresche (a volte anche fredde) e le giornate piacevoli, anche se in tutto il Paese sono possibili ondate di caldo, con punte di 35/37 gradi, quantomeno al di sotto dei 1.500 metri.
La zona settentrionale della Mongolia rientra nell'area del permafrost (il limite è più o meno all'altezza della capitale), vale a dire il terreno al di sotto di una certa profondità rimane congelato tutto l'anno, e rende difficile costruire e scavare per l'estrazione di materie prime.

Oltre all'altopiano, in Mongolia vi sono delle montagne: ad ovest i Monti Altay, che culminano con il Picco Hüiten, alto 4.374 metri, nella parte centro-occidentale i Monti Khangai, che arrivano a 4.000 metri, e infine a nord della capitale i Khentii, che arrivano a 2.800 metri. Le zone montuose sono quelle che ricevono le precipitazioni più consistenti, e in pratica sono le uniche dove si possono trovare dei boschi. Al di sopra del 3.500 metri si trovano ghiacciai e nevai, mentre a quote un po' più basse, al di sopra dei 2.000 metri, qualche volta può nevicare anche in piena estate.
Il Deserto di Gobi si trova nel sud, e anche se è più secco del nord, riceve qualche rovescio di pioggia in estate, in grado di far crescere un po' di erba e di nutrire i cammelli, almeno nella parte orientale, dove cadono dai 150 ai 200 millimetri di pioggia all'anno. La zona più arida è quella sud-occidentale, dove si scende al di sotto dei 100 millimetri all'anno, e in qualche caso al di sotto dei 50.
Ecco le precipitazioni medie di Sainshand, che si trova nel sud-est, a 900 metri sul livello del mare.
Precipitazioni medie di Sainshand
Sainshand G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 1 1 2 3 8 16 31 31 11 5 2 1 111
Giorni 0 0 0 1 2 3 5 4 2 1 1 0 20

In estate, in quest'area le temperature sono elevate, come si può vedere dalle temperature medie di Sainshand.

Temperature medie di Sainshand
Sainshand G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -23 -20 -11 -1 7 14 17 15 8 -1 -12 -20
Max (°C) -12 -7 3 14 23 28 29 28 21 12 -1 -10

I laghi principali della Mongolia sono: l'Har-Us nell'ovest a 1.150 metri sul livello del mare, in una zona desertica, l'Uvs nel nord-ovest a 760 metri, anch'esso in una zona desertica, dove la temperatura media di luglio è intorno ai 19 gradi; e infine il Khovsgol che si trova nel nord a 1.650 metri, in una zona più verde, e vista la quota elevata e la sua grandezza (che la rende capace di influenzare il clima locale), sulle sue sponde fa molto fresco o freddo anche in piena estate.

La capitale Ulaanbaatar (Ulan Bator) si trova nel nord a 1.300 metri di quota, ed è relativamente piovosa, non solo per la posizione settentrionale, ma anche per la sua vicinanza con le montagne (i già menzionati Khentii a nord, e un singolo monte, il Bogd Khan a sud): in anno riceve circa 270 millimetri di pioggia o neve. Durante l'inverno è la capitale più fredda del mondo, avendo una media di gennaio di -20 gradi. Le minime notturne scendono facilmente sotto i -35 °C; nel gennaio 2012 sono scese per una settimana consecutiva sotto i -40, con una punta di -44 °C, mentre nel gennaio 2001 si arrivò a -45 °C. La media giornaliera è intorno allo zero ad aprile e ottobre. A maggio e settembre le minime sono intorno allo zero e le massime intorno ai 15 gradi, ma vista la variabilità climatica, qualche volta ci possono essere intense gelate anche in questi mesi. Durante l'inverno si verificano nevicate frequenti ma leggere. Il cielo è comunque spesso sereno, anche se nelle ore più fredde si può formare un po' di foschia. L'estate è piacevole: le massime a luglio sono di 22 circa gradi, con notti molto fresche (intorno ai 9/11 gradi). Occasionalmente può fare freddo anche in piena estate, mentre di giorno può fare molto caldo, anche se raramente si superano i 32/33 gradi (ma qualche volta si possono toccare i 37/38 gradi).
Ecco le temperature medie.
Temperature medie di Ulaanbaatar
Ulaanbaatar G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -25 -22 -14 -5 2 8 10 8 2 -5 -14 -22
Max (°C) -14 -9 -1 9 17 21 22 19 14 8 -3 -12

L'estate è anche la stagione più piovosa: da giugno ad agosto cadono dai 60 ai 90 millimetri di pioggia al mese, in genere sotto forma di rovesci pomeridiani. Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie di Ulaanbaatar
Ulaanbaatar G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 2 2 3 8 13 51 66 76 32 8 5 3 270
Giorni 0 1 1 2 3 10 11 14 5 2 1 2 51

Ulaanbaatar

Alle altitudini più elevate, le temperature estive diventano più fresche, come si può vedere dalle medie di Altay, a 2.200 metri sul il livello del mare.
Temperature medie di Altay
Altay G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -25 -23 -15 -7 0 6 8 6 1 -7 -16 -21
Max (°C) -13 -9 -1 5 12 18 18 18 13 3 -3 -8

Viaggi- quando andare

Il periodo migliore per visitare la Mongolia è l'estate, da giugno ad agosto, quando la temperatura, almeno sull'altopiano e in montagna alle quote meno elevate, rimane sopra lo zero anche di notte. E' vero che l'estate è il periodo più piovoso dell'anno, e di giorno può essere torrido soprattutto al centro-sud e alle quote meno elevate, ma almeno consente di evitare il grande gelo. Comunque, se di giorno può fare caldo, di notte può fare freddo, quindi bisogna essere pronti a coprirsi e scoprirsi a seconda delle ore e delle condizioni meteorologiche, inoltre conviene portare un foulard per il vento e la polvere.

In valigia- cosa portare

In inverno: vestiti per il grande freddo, biancheria termica, pile, parka, giacca in Gore-Tex, guanti, colbacco, sciarpa.
In estate: vestiti di mezza stagione, magliette a maniche corte per le giornate calde, giacca lunga per il vento, maglione o felpa per la sera e le quote elevate, impermeabile o ombrello, foulard per il vento, scarpe da trekking, crema solare, occhiali da sole. Per l'alta montagna, piumino, cappello caldo, guanti, sciarpa. Per i pernottamenti all'aperto, sacco a pelo, giacca calda.



Torna a Asia

Vedi Tutti i Paesi

Condividi:
Paesi vicini:
Cina
Kazakistan
Siberia




Versione inglese (°C, metri) Versione americana (°F, piedi) Versione francese

Home
Chi siamo
Contatti
Link
Privacy