Mappa di Google - Corea_del_Sud

In Corea del Sud il clima è freddo ma soleggiato in inverno, mentre è afoso in estate con piogge abbondanti. Le stagioni intermedie sono abbastanza brevi ma piacevoli. La latitudine del Paese non è alta: la frontiera con la Corea del Nord si trova al 38° parallelo, alla latitudine di Palermo, ma l'inverno è freddo per via della prevalenza delle correnti di origine siberiana.
Il Paese risente del regime dei monsoni: se durante l'inverno prevalgono le correnti fredde dal continente asiatico, in estate prevalgono le correnti meridionali di origine tropicale. Nella seconda parte dell'estate e all'inizio dell'autunno può essere raggiunto dai tifoni.
La Corea del Sud ha un regime pluviometrico opposto a quello mediterraneo: i mesi più secchi sono quelli invernali, mentre i più piovosi sono luglio e agosto.
Ecco le precipitazioni medie a Seoul.
Precipitazioni medie - Seoul
SeoulGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
SeoulGFMAMGLASONDA
Prec. (mm)202545751001353303501405055251345
Giorni767891016149797108

Il totale annuo delle precipitazioni è significativo, attestandosi in genere dai 1.200 ai 1.500 millimetri, con l'eccezione delle coste meridionali che possono arrivare a 1.700 mm, e delle regioni interne più settentrionali che possono scendere fino a 1.000 mm, ma anche di alcune valli interne particolarmente riparate come quella dove si trova Daegu (o Taegu), che non supera i 1.000 millimetri annui.

L'inverno, da fine novembre a metà marzo, è gelido al nord e nelle regioni interne, freddo con gelate notturne lungo le coste meridionali. Il soleggiamento è buono, e le nevicate possibili ma non abbondanti. Spesso soffiano venti secchi ma carichi di polvere provenienti dal continente. A causa della maggiore esposizione ai venti gelidi di origine siberiana, a parità di latitudine l'inverno è più freddo sulla costa occidentale che su quella orientale. La temperatura media di gennaio supera lo zero soltanto sulla costa meridionale, mentre sulla costa orientale è intorno allo zero anche al nord. Le zone interne sono naturalmente più fredde di quelle costiere, infatti è nelle zone interne del centro-nord che la temperatura media di gennaio si attesta intorno ai -4 °C, come possiamo vedere dalle temperature medie di Chuncheon.
Temperature medie - Chuncheon
ChuncheonGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
ChuncheonJFMAMGLASOND
Min (°C)-8-605111621201571-5
Max (°C)031017232628282418102

Nella capitale Seoul che si trova al nord-ovest, dunque nella zona più esposta ai venti freddi, la temperatura media di gennaio è di -2,5 gradi.
Temperature medie - Seoul
SeoulGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
SeoulJFMAMGLASOND
Min (°C)-6-4171318222217103-3
Max (°C)241018232729302620124

Vicino Seoul, il Mar Giallo è molto freddo in inverno, ma si riscalda molto in estate, raggiungendo i 24 °C nel mese di agosto.
Temperatura del mare - Incheon
IncheonGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
IncheonJFMAMGLASOND
Mare (°C)5558131722242319149

Nelle città più meridionali come Mogpo e Busan (o Pusan), la media di gennaio sale a circa 3 °C.
Temperature medie - Busan
BusanGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
BusanJFMAMGLASOND
Min (°C)-1151014182223191482
Max (°C)8913182224272926221610

A Busan, e lungo la costa meridionale, il mare è molto meno freddo in inverno, mentre in estate diventa un po' più caldo che a Seoul, raggiungendo 26 °C nel mese di agosto.
Temperatura del mare - Busan
BusanGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
BusanJFMAMGLASOND
Mare (°C)141313141720232624211916

Nell'isola Jeju (o Cheju) la temperatura media di gennaio arriva a 5/6 gradi, diventando dunque abbastanza mite.
Temperature medie - Jeju City
Jeju CityGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Jeju CityJFMAMGLASOND
Min (°C)34610141923242015105
Max (°C)8913182225293026211611

Durante le ondate di freddo la temperatura può scendere fino a -20 °C a Seoul e nelle zone interne settentrionali, intorno a -10 °C al sud, mentre scende di pochi gradi sotto lo zero a Jeju.
Il nord-est è montuoso, e oltre ad essere gelido è anche abbastanza nevoso. E' questa la regione (detta Gangwon-do) dove vi sono più impianti di risalita per lo sci, e data la temperatura si trovano anche a quote non elevate (al di sotto dei 1.000 metri). Il monte più alto della zona è il Seorak, alto 1.708 metri, protetto in un parco nazionale.
Anche le coste nord-orientali, seppur meno fredde, sono un po' più umide in inverno: se a Seoul e nel sud cadono circa 20/25 millimetri di pioggia o neve al mese durante l'inverno, lungo la costa nord-orientale diventano 45/60 in città come Sokcho e Gangeung (o Kangung). Anche la costa sud-occidentale, dove si trova Mogpo (o Mokp'o), e l'isola di Jeju, sono un po' più piovose e meno soleggiate.
La zona meno nevosa è la costa sud-orientale, a causa della temperatura più elevata e del fatto che quando il tempo è brutto i venti vengono da sud. In un anno si verificano mediamente 25 giorni con neve (magari leggera) a Seoul (nel nord-ovest), 22 a Incheon (vicino Seoul ma sulla costa), 27 a Mokpo (sulla costa sud-occidentale), 12 a Daegu (nelle zone interne del sud-est), e solo 5 a Busan, sulla costa sud-orientale.

Konjiam, impianto di risalita vicino Seoul

La primavera in Corea è inizialmente fresca e poi diventa gradualmente più mite, ma insieme ai primi tepori arrivano anche le piogge, che diventano abbastanza frequenti a causa della formazione di sistemi perturbati. Nelle mezze stagioni le temperature in Corea del Sud assomigliano a quelle delle regioni centrali italiane.
In inverno e soprattutto in primavera (da marzo a maggio, che viene chiamata yellow dust season) la Corea del Sud (ma soprattutto la zona di Seoul) può essere raggiunta dalla polvere gialla (HwangSa in coreano), proveniente dal deserto della Mongolia e dalla Cina, che forma una caratteristica foschia e porta problemi respiratori e irritazione agli occhi.

L'estate è calda, umida e piovosa. Il tasso di umidità elevato rende il caldo fastidioso. Le piogge possono essere torrenziali soprattutto a luglio e agosto. Due terzi delle piogge annuali si verificano in estate. Tra un sistema perturbato e l'altro non mancano però le giornate soleggiate, che possono essere molto calde.
Soprattutto tra fine giugno e inizio agosto si forma sulla Corea un fronte quasi stazionario (detto Changma), in grado di provocare forti rovesci, associati ad alluvioni, ma anche nebbie, nubi basse e pioviggini. Nella seconda parte dell'estate va un po' meglio e il soleggiamento aumenta, anche se vi può essere l'apporto delle piogge dato dai tifoni.

Infatti, da agosto a inizio ottobre (più raramente a luglio), la Corea del Sud può essere raggiunta dai tifoni. Tifone è il nome dato ai cicloni tropicali nell'Asia orientale. I tifoni scaricano grandi quantità di piogge e sono accompagnati da forti venti. In genere l'impatto più violento lo subiscono le coste meridionali.

L'autunno è una stagione breve ma molto piacevole, in particolare nel mese di ottobre, che presenta temperature massime intorno ai 20/22 gradi. L'autunno è in genere meno piovoso della primavera.

Viaggi- quando andare

Considerando sia il freddo invernale che l'afa e le piogge estive, i periodi migliori per visitare la Corea del Sud sono le mezze stagioni, in particolare i mesi di maggio e ottobre; tra i due si lascia preferire ottobre perché è meno piovoso (ed è al di fuori della cosiddetta yellow dust season). Inoltre in autunno si possono ammirare i colori dei boschi nei parchi nazionali.
Come abbiamo visto, il mare è abbastanza caldo per fare i bagni da luglio a settembre, soprattutto al centro-sud.

In valigia- cosa portare

In inverno: per Seoul e il centro-nord, vestiti molto caldi, piumino, guanti, sciarpa, berretto. Per il sud, Mogpo e Busan, vestiti caldi, maglione, giacca, sciarpa, guanti e berretto per la sera, eventualmente un impermeabile o ombrello.
In estate: vestiti leggeri, in fibra naturale, impermeabile leggero o ombrello, foulard per il vento, felpa leggera per l'aria condizionata.
Nelle case e nei templi si entra senza scarpe: possono essere utili scarpe senza lacci o comunque da togliere facilmente.