Mappa di Google - Bologna

A Bologna, capoluogo dell'Emilia-Romagna, il clima è di tipo semi-continentale padano, con inverni freddi e umidi ed estati calde e afose. La temperatura media di gennaio è di 3 °C, quella di luglio di 24,5 °C.
Ecco le temperature medie.
Temperature medie - Bologna
BolognaGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
BolognaJFMAMGLASOND
Min (°C)-114712161918151040
Max (°C)691418232730302519117

Le precipitazioni sono moderate, dato che ammontano a 670 millimetri l'anno; le piogge sono abbastanza ben distribuite nel corso dell'anno, anche se si notano due massimi in primavera e in autunno, e due minimi relativi in inverno e in estate. L'estate è comunque la stagione in cui le piogge sono più rare; in questa stagione, e in tarda primavera, si possono verificare sotto forma di temporale.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Bologna
BolognaGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
BolognaGFMAMGLASONDA
Prec. (mm)354555756055405065707050670
Giorni66788645576675

L'inverno, da dicembre a febbraio, è freddo, umido e grigio. Le temperature possono rimanere intorno allo zero anche di giorno, e il cielo rimane coperto per lunghi periodi. La nebbia, un tempo frequente, è diventata più rara negli ultimi decenni, e ultimamente si verifica soltanto nei periodi in cui domina l'alta pressione atlantica.
Il vento è in genere debole o del tutto assente, anche se a volte può soffiare un vento mite da sud-ovest, che discende dagli Appennini e proviene dall'Italia centro-meridionale, mentre in altri periodi soffia il freddo vento di nord-est.
Le giornate piovose non mancano, anche se l'inverno è la stagione relativamente più secca.
La neve cade in genere almeno una volta tutti gli anni, e qualche volta può essere abbondante (in genere durante le nevicate più abbondanti si arriva a 25/30 centimetri, ma nel gennaio 1985 la neve raggiunse i 75 cm di altezza, e nel febbraio 2012 i 95 cm). La neve a Bologna arriva insieme alle ondate di freddo, quando la Bora, inizialmente secca, si carica di umidità sul mare Adriatico e poi si solleva quando incontra gli Appennini. Per fortuna il centro storico presenta la possibilità di passeggiare comodamente sotto i portici, al riparo da pioggia o neve.
Durante le ondate di freddo più intense le minime notturne possono scendere intorno ai -10/-15 °C.

Bologna, neve in Piazza Maggiore

In genere dalla seconda metà di febbraio la temperatura tende ad aumentare, e le massime possono superare con una certa frequenza i 10/12 °C.

La primavera a Bologna è inizialmente instabile, e diventa gradualmente una stagione piacevole, soprattutto da metà aprile a fine maggio, quando vi sono molte belle giornate, con una temperatura mite o piacevolmente calda di giorno. A marzo invece si alternano le prime giornate miti ai ritorni del freddo; anche ad aprile può fare freddo, soprattutto nella prima metà del mese. Le perturbazioni atlantiche che portano le piogge sono abbastanza frequenti. A partire da maggio si verificano i primi temporali di calore.

L'estate, da giugno ad agosto, è calda e afosa, e in genere soleggiata. La sensazione di caldo è acuita dall'umidità dell'aria e dalla scarsa ventilazione, condizioni tipiche della pianura padana; è vero che siamo a ridosso della Romagna, che riceve un po' di brezza dal mare, ma è anche vero che all'interno della città il calore rimane intrappolato tra i palazzi. Nei periodi di calura la temperatura raggiunge con una certa facilità i 34/35 °C, e a volte arriva anche a 37/38 °C. Nelle sere estive, rigorosamente dopo il tramonto, nel centro storico si vive molto all'aperto per prendere un po' d'aria. Tuttavia, la città si trova a ridosso dei colli, e basta andare nella periferia sud per trovare, in serata e di notte, qualche grado in meno e un po' di brezza dai monti.
Qualche volta anche in estate può passare una perturbazione atlantica in grado di portare un po' di pioggia e di fresco, soprattutto a giugno e a fine agosto; oppure possono scoppiare dei temporali nel pomeriggio e in serata, ma per lunghi periodi splende il sole e fa caldo.

L'autunno regala belle giornate a settembre, e qualche volta all'inizio di ottobre, poi diventa rapidamente grigio e abbastanza piovoso. Le prime giornate fredde si presentano in genere a novembre. Nel complesso l'autunno è comunque la stagione più piovosa dell'anno.

Il soleggiamento a Bologna è scarso da metà ottobre a febbraio, quando il sole è raro, e anche quando esce, è spesso debole e velato dalla foschia (anche se va comunque un po' meglio che a Milano e nella pianura padana occidentale). Il sole invece non manca in primavera, ed è molto presente in estate, fatte salve le rare giornate piovose o quando le giornate soleggiate sono interrotte dai temporali pomeridiani.

Bologna e i colli sullo sfondo


I periodi migliori per visitare Bologna sono la primavera e l'inizio dell'estate, in particolare da metà aprile a metà giugno. Anche settembre è un buon mese. Bisogna comunque mettere in conto qualche giornata piovosa in entrambi i periodi.
L'estate può essere molto calda, anche se può regalare alcune giornate accettabili, soprattutto a giugno. Da mettere in conto, in estate e qualche volta a maggio, qualche temporale pomeridiano o serale.
In estate si arriva al mare, sulla riviera romagnola, traffico permettendo, in un'ora o poco più.