Mappa di Google - Svalbard

Alle isole Svalbard il clima è sub-polare lungo la costa occidentale, attraversata dall'ultimo ramo della Corrente del Golfo, mentre è polare sulle coste orientali, dove la temperatura rimane intorno allo zero anche in estate. In inverno i ghiacci polari raggiungono in genere la costa settentrionale e orientale delle isole, lasciando invece libere quelle occidentali.
Non a caso gli insediamenti (Longyearbyen, Barentsburg, Pyramiden, Ny-Alesund) si trovano nei versanti occidentali dell'isola principale, Spitsbergen, dove la temperatura nei mesi estivi sale, sia pure di pochi gradi, sopra lo zero.
Ecco le temperature medie di Longyearbyen.
Temperature medie - Longyearbyen
LongyearbyenGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
LongyearbyenJFMAMGLASOND
Min (°C)-20-21-20-16-7-132-3-9-14-18
Max (°C)-13-13-13-9-33761-4-8-11

Gli scontri tra masse d'aria di origine diversa danno luogo ad un tempo instabile e ventoso per gran parte dell'anno, mentre in estate il gioco delle correnti può dar luogo alla nebbia, soprattutto in mare aperto.
Le isole sono di proprietà norvegese, ma in passato vi erano anche insediamenti sovietici (Barentsburg, Pyramiden, quest'ultimo ora abbandonato) e vi sono ancora degli abitanti russi.
Nelle zone interne vi sono delle alture, innevate tutto l'anno, da cui scendono delle lingue di ghiaccio che poi finiscono in mare. La cima più alta, il Newtontoppen, arriva a 1.713 metri. In estate, è anche possibile praticare lo sci.
Il vento è frequente tutto l'anno, anche se si calma un po' da giugno ad agosto.
La punta più settentrionale delle Svalbard dista solo mille chilometri dal Polo Nord. Trovandosi ben oltre il circolo polare, alle Svalbard il sole non tramonta mai per un lungo periodo, dal 20 aprile al 25 agosto, mentre non sorge mai da fine ottobre a metà febbraio. La lunga notte polare può però essere rischiarata dalle aurore boreali.
Le isole sono meta di crociere, per osservare i fiordi e i ghiacciai, oltre che i milioni di uccelli migratori che passano in estate, gli orsi polari, le balene e le foche.
Le precipitazioni non sono abbondanti, dato che sono inferiori ai 300 millimetri l'anno all'interno dei fiordi occidentali, ma sono frequenti, e avvengono soprattutto sotto forma di nevischio. In estate avvengono sotto forma di pioggia o pioviggine, quanto meno in pianura. Lungo le coste più esposte e nei pendii montuosi le precipitazioni sono più abbondanti, e possono raggiungere i 1.000 millimetri l'anno.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Longyearbyen
LongyearbyenGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
LongyearbyenGFMAMGLASONDA
Prec. (mm)203030151520253025202025275
Giorni15141612109121414141414158

Attenzione agli orsi polari!

L'inverno è lungo (va da ottobre a maggio) e gelido, con nevicate frequenti, in genere sotto forma di nevischio. La temperatura media di febbraio a Longyearbyen è di -17 °C. Aprile e maggio sono ancora mesi gelidi, ma con la luce perenne sono ben diversi dai bui mesi invernali.
I record del freddo sono molto bassi, -40 °C a Barentsburg e -45 °C a Longyearbyen, ma in realtà questi valori si raggiungono molto raramente, anche perché il clima alle alte latitudini negli ultimi decenni si è riscaldato in maniera sensibile: più probabile che si scenda, nei giorni più freddi dell'anno, a -25/-30 °C.
Qualche volta la temperatura può superare lo zero di due/tre gradi e può persino piovere anche in pieno inverno, e ciò accade in genere quando si prepara un'ondata di freddo in Europa: infatti c'è uno scambio termico, per cui l'aria calda da sud arriva fin qui, e in cambio l'aria polare scende verso sud.
La meridionale Isola degli Orsi (Bjørnøya), più di 200 chilometri a sud rispetto alle isole principali, è decisamente più mite in inverno, dato che la temperatura media del periodo gennaio-marzo è di -7 °C, mentre in estate la differenza con le isole principali è ridotta.

L'estate, da giugno a metà settembre, è fredda: a giugno e settembre la temperatura è di poco sopra lo zero, mentre a luglio e agosto, i mesi più caldi, la media è intorno a 5/6 gradi.
Nelle giornate più calde, la temperatura può raggiungere i 18/20 gradi all'interno dei fiordi più grandi, come accade nell'Isfjorden che ospita Longyearbyen e Barentsburg, mentre nella "marittima" Ny-Alesund non si va oltre i 13/14 gradi.

Il soleggiamento alle Svalbard non è mai buono, comunque è discreto ad aprile e maggio, e poi diminuisce gradualmente, rimanendo comunque tutto sommato accettabile da giugno ad agosto: certo, il cielo è spesso nuvoloso, ma c'è la possibilità di vedere il sole per qualche ora, data la lunghezza delle giornate, magari a anche mezzanotte.

Longyearbyen

Il mare è molto freddo tutto l'anno; come detto, la costa occidentale, dove si trovano gli insediamenti principali come Longyearbyen, è in genere libera dai ghiacci.
Temperatura del mare - Longyearbyen
LongyearbyenGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
LongyearbyenJFMAMGLASOND
Mare (°C)222123565432


Gli unici due mesi in cui la temperatura è stabilmente sopra lo zero, quanto meno in pianura, sono luglio e agosto, pertanto sono i mesi da preferire. Naturalmente occorre portare vestiti pesanti.
Per visitare le Svalbard nel loro aspetto invernale si lasciano preferire aprile e maggio, dato che il sole è sopra l'orizzonte e dunque non è buio tutto il giorno.
Il fuso orario è lo stesso della Norvegia e dell'Italia, e anche qui c'è l'ora legale.