Mappa di Google - San_Pietroburgo

A San Pietroburgo, città del nord-ovest della Russia, il clima è continentale, con inverni gelidi ed estati piacevolmente calde. Le nevicate invernali sono frequenti, come anche le piogge estive. Il vento soffia spesso, dando un po' di tregua in estate.
Ecco le temperature medie.
Temperature medie - S. Pietroburgo
S. PietroburgoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
S. PietroburgoJFMAMGLASOND
Min (°C)-8-8-42712151394-2-6
Max (°C)-3-329162023211592-2

Le precipitazioni non sono abbondanti, dato che non raggiungono i 650 millimetri annui, ma si verificano di frequente: in inverno, quando cadono sotto forma di neve, sono ancora più frequenti, ma visto il freddo, raramente raggiungono quantitativi notevoli.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - S. Pietroburgo
S. PietroburgoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
S. PietroburgoGFMAMGLASONDA
Prec. (mm)353030354550708065754550610
Giorni1412988881011121214126

L'inverno, da fine novembre a fine marzo, è gelido: la temperatura media di febbraio è di -6 gradi. Il Golfo di Finlandia e il vicino lago Ladoga non mitigano il clima invernale, perché sono ghiacciati. Il vento soffia di frequente, aumentando la sensazione di freddo.
Le giornate sono molto brevi, soprattutto a dicembre e gennaio, mentre a febbraio si cominciano ad allungare. Il 21 dicembre il sole sorge verso le 10 e tramonta verso le 16, mentre il 15 gennaio tramonta già alle 17.30, e il 15 febbraio alle 18.50.
Nei periodi in cui prevalgono le correnti occidentali, di origine atlantica, la temperatura oscilla intorno allo zero e può anche salire di qualche grado al di sopra; il cielo è grigio, e cade del nevischio o una gelida pioggerella.
Più spesso, la temperatura rimane sotto lo zero di qualche grado sia di giorno che di notte, il cielo è comunque grigio, e cade un leggero nevischio.
Vi sono poi i periodi in cui arrivano le masse di aria gelida dal polo o dalla Siberia: in questi casi la temperatura si inabissa al di sotto dello zero. Punte minime di -30 °C un tempo erano relativamente frequenti, e si poteva scendere anche al di sotto: nel febbraio 1966 si arrivò a -37 °C, nel dicembre 1978 a -39 °C, nel febbraio 1979 a -33 °C, nel gennaio 1987 a -35 °C. Negli ultimi anni questo accade più raramente, comunque nel dicembre 1996 si arrivò a -29 °C, nel 2006 si arrivò a -30 °C a gennaio e a -29 °C a febbraio, e ancora nel febbraio 2011 a -30 °C, e nel febbraio 2012 a -27 °C.
Anche a marzo può fare molto freddo: nel 1963 si arrivò a -30 °C, nel 1966 a -23 °C, nel 1987 a -22 °C, nel 2006 a -24 °C.
Il nevischio può cadere anche nei giorni più freddi, e alla fine un po' di nevischio nei mesi invernali si registra quasi tutti i giorni.

La primavera, ad aprile e maggio, è fredda e ventosa, soprattutto nella prima parte, però le giornate sono lunghe, e dalla metà di maggio si possono ammirare le notti bianche, in cui non fa completamente buio neanche a mezzanotte. All'inizio di aprile la temperatura può essere ancora intorno allo zero o al di sotto, e può ancora nevicare. Con il passare delle settimane le temperature aumentano un po', e si possono vedere le prime giornate miti, ma di notte continua a fare freddo, spesso anche a maggio. A partire da maggio, in genere dalla seconda metà, si possono avere le prime giornate calde, con massime che puntano verso i 30 gradi.

L'estate, da giugno ad agosto, è mite: la temperatura media di luglio è di 19 gradi. In alcuni periodi è fresca, ventosa e piovosa, ancor più spesso ad agosto, rispetto a giugno e luglio. Tuttavia, vi possono essere dei periodi caldi e soleggiati, in cui le temperature massime oscillano intorno ai 30 gradi, con le notti che permangono fresche. Occasionalmente vi possono essere periodi, in genere brevi, molto caldi e afosi, in cui le temperature massime possono superare i 30 gradi e le minime i 20.
Le giornate sono molto lunghe, e fino ai primi di agosto si possono ammirare le notti bianche. Il fenomeno è però più evidente a giugno e ai primi di luglio, dato che il giorno in cui il sole rimane più vicino all'orizzonte è il 21 giugno, cioè il solstizio d'estate.

L'autunno, da settembre a novembre, è inizialmente fresco e abbastanza piovoso, e via via più freddo e grigio. Le prime nevicate si possono verificare già ad ottobre, anche se la neve ricopre il suolo in maniera più stabile dalla terza decade di novembre. A novembre le giornate sono già molto brevi: il 15 novembre il sole sorge alle nove e tramonta alle quattro e mezza del pomeriggio.

San Pietroburgo

Il soleggiamento a San Pietroburgo è decisamente carente da ottobre a febbraio, quando il sole non si vede quasi mai, mentre è accettabile da maggio ad agosto, complice anche la lunghezza delle giornate, che aumenta la probabilità di vederlo, quando si apre il cielo.
Soleggiamento - S. Pietroburgo
S. PietroburgoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
S. PietroburgoJFMAMGLASOND
Sole (ore)124689974210

Il mare a San Pietroburgo è freddo tutto l'anno: in inverno è vicino al punto di congelamento e a volte può congelare, mentre in estate arriva appena a 15 gradi ad agosto.
Temperatura del mare - S. Pietroburgo
S. PietroburgoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
S. PietroburgoJFMAMGLASOND
Mare (°C)100148131513963


Il periodo migliore per visitare San Pietroburgo è l'estate, da giugno ad agosto. Le temperature sono in genere miti o piacevolmente calde, ma possono esserci giornate fresche e piovose, per cui conviene portare felpa, giacca e ombrello, sperando di non doverli usare. Possono infatti capitare anche periodi caldi e soleggiati. Giugno è più fresco di luglio, ma nei giorni del solstizio le notti bianche sono più evidenti.