Mappa di Google - Chicago

A Chicago, principale città dell'Illinois, situata nel Midwest americano, il clima è continentale, con inverni gelidi ed estati calde. Anche se la città si trova ad una latitudine media, in inverno è gelida perché la massa continentale nordamericana si raffredda parecchio, e le irruzioni di aria polare sono frequenti. Data la distanza dal mare e l'esposizione a diversi tipi di masse d'aria, gli sbalzi di temperatura sono frequenti.
Ecco le temperature medie rilevate allo O'Hare International Airport.
Temperature medie - Chicago
ChicagoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
ChicagoJFMAMGLASOND
Min (°C)-9-7-2491518171260-6
Max (°C)-1281521272928241792

Le precipitazioni ammontano a 935 millimetri l'anno, e sono ben distribuite nel corso delle stagioni, almeno come frequenza, mentre come quantità l'inverno è la stagione più secca. In inverno e nelle stagioni intermedie passano le perturbazioni, mentre in tarda primavera e in estate, quando le perturbazioni diventano meno frequenti, si possono formare dei temporali di pomeriggio o di sera: non a caso agosto è il mese più piovoso. In inverno le precipitazioni sono prevalentemente di tipo nevoso. In un anno cadono 92 centimetri di neve; ogni tanto una nevicata si può vedere già ad ottobre, e in primavera, a volte può nevicare anche ad aprile. Il record appartiene all'inverno 1978-79, quando caddero in totale 228 cm di neve. Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Chicago
ChicagoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
ChicagoGFMAMGLASONDA
Prec. (mm)4545658595909512580808055935
Giorni1191112121010108101111124

L'inverno a Chicago va da fine novembre a inizio marzo ed è gelido, tanto che la temperatura media (circa -4.5 °C a gennaio) ricorda quella di città del nord Europa. Però almeno qui le giornate non sono così brevi come nei Paesi nordici.
Le nevicate sono frequenti, tanto che nevica per diversi giorni al mese; ogni tanto si possono verificare delle vere e proprie tempeste di neve.
Le ondate di freddo polare sono accompagnate dal blizzard, vento del nord che soffia a raffiche e acuisce la sensazione di freddo. Periodi particolarmente freddi, con minime notturne che scendono fino a -20 gradi, si verificano in pratica ogni anno, e ogni tanto si scende persino intorno ai -30 °C (ad esempio nel gennaio 1982 la temperatura scese fino a -32,2 °C, nel gennaio 1985 a -32,8 °C, e nel gennaio 1994 a -29,5 °C).
Anche se la temperatura rimane sotto lo zero anche di giorno per intere settimane, a volte può superare lo zero anche in pieno inverno, con conseguente scioglimento della neve e possibile caduta di pioggia. Ogni tanto si può verificare anche il fenomeno chiamato gelicidio, cioè una pioggia che cade sul suolo gelato, congelando tutto, strade, alberi, pali della luce, automobili ecc.

La primavera, da metà marzo a maggio, è una stagione instabile, caratterizzata da situazioni diverse e sbalzi di temperatura: inizialmente fredda a marzo, con nevicate e gelate ancora abbastanza frequenti, avanza gradualmente, tra primi tepori e ritorni del freddo. All'inizio di aprile può ancora nevicare, d'altro canto nel corso del mese si possono verificare le prime giornate calde, con massime sui 30 °C. Durante le belle giornate, nel pomeriggio arriva una brezza fresca (o persino fredda) dal lago, che si fa sentire soprattutto nei quartieri orientali della città. A maggio può fare ancora freddo di notte, soprattutto all'inizio del mese, mentre in altre occasioni può fare molto caldo, con massime sopra i 30 °C. Ad aprile e maggio, durante le belle giornate calde, arrivano anche i primi temporali pomeridiani o serali.

L'estate, da giugno ad agosto, è calda, umida e soleggiata, con alcuni temporali pomeridiani o serali. Vi possono essere alcune giornate con temperature piacevoli, massime sui 25/27 gradi e notti fresche, ma anche vere e proprie ondate di caldo, con massime sui 35 gradi e oltre. Nei momenti peggiori si toccano persino i 40 °C, come ad esempio è accaduto nel luglio 2012.

L'autunno, da settembre a novembre, è la stagione relativamente più tranquilla dell'anno. Comunque, non si possono escludere freddi precoci e ritorni del caldo, e anche ondate di maltempo. All'inizio di settembre il tempo è spesso ancora caratterizzato da caldo e umidità, con sole e qualche temporale pomeridiano, poi diventa più mite. All'inizio di ottobre possono ancora capitare giornate particolarmente miti, persino calde, ma nel corso del mese ci possono essere leggere gelate notturne. Tra fine ottobre e l'inizio di novembre, in genere dopo le prime gelate notturne, si può verificare un periodo particolarmente mite, con massime superiori ai 20 °C: è la cosiddetta estate indiana. Ma nel corso del mese di novembre può arrivare il freddo, e vi possono essere le prime nevicate e intense gelate.

Il soleggiamento a Chicago è molto buono in estate, quando vi sono parecchie giornate soleggiate, ed è buono a maggio e settembre; non è granché negli altri mesi, soprattutto a novembre e dicembre, quando il sole si fa vedere abbastanza raramente: si contano in media 10,2 ore di sole al giorno a luglio, e 3,4 a dicembre.

Chicago, skyline e lago

Presso Chicago, il Lago Michigan è molto freddo in inverno (e durante gli inverni più freddi può congelare parzialmente, e completamente sulla costa), mentre in estate è ancora fresco, ma diventa quasi accettabile per fare il bagno, almeno nel mese di agosto, o per coloro che non soffrono il freddo. Comunque, dipende dai periodi: dopo una serie di giornate molto calde il lago può diventare più temperato.
Temperature del lago - Chicago
ChicagoGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
ChicagoJFMAMGLASOND
Lago (°C)43336121921191495


Il periodo migliore per visitare Chicago è l'inizio dell'autunno, da inizio settembre a metà ottobre. Si può scegliere anche la primavera, da metà aprile a fine maggio, che però è una stagione più instabile e ventosa. Comunque, in entrambi i periodi si può incappare in un po' di freddo notturno e di caldo diurno, o in giornate piovose. Chi sopporta il caldo può scegliere anche l'estate, che presenta giornate più lunghe e più ore di sole, ma anche il rischio che faccia molto caldo; comunque l'estate può riservare anche periodi accettabili (e magari anche notti fresche).