Mappa di Google - Cascate_Vittoria

Nella zona delle cascate Vittoria il clima è sub-tropicale, con un inverno mite e secco da metà maggio a metà agosto (in cui però le notti sono fredde), e un'estate calda, afosa e piovosa da metà novembre a metà marzo. Le piogge avvengono sotto forma di rovescio o temporale. Tra settembre e novembre, prima della stagione piovosa, vi è un periodo molto caldo, di fatto il più caldo dell'anno, in cui la temperatura raggiunge facilmente i 35 gradi, e a volte anche i 40 °C, anche se l'umidità è meno elevata che in estate. Ottobre è il mese più caldo dell'anno. Invece nel periodo invernale, quando di giorno il tempo è piacevole, la temperatura notturna può avvicinarsi allo zero.
Ecco le temperature medie.
Temperature medie - Cascate Vittoria
Cascate VittoriaGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Cascate VittoriaJFMAMGLASOND
Min (°C)18181714966813171818
Max (°C)302930292725252832333230

Le precipitazioni non sono abbondanti, dato che ammontano a 660 millimetri l'anno, ma sono abbastanza abbondanti da dicembre a febbraio, mentre non piove quasi mai da maggio a settembre. Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Cascate Vittoria
Cascate VittoriaGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Cascate VittoriaGFMAMGLASONDA
Prec. (mm)1701257025310022565175661
Giorni14107210001481360

Il soleggiamento alle cascate Vittoria è molto buono da aprile ad ottobre, nella stagione secca, mentre è discreto nella stagione piovosa, in cui tra un rovescio e l'altro splende il sole.

Profonde 100 metri e larghe 1.700 metri, le cascate Vittoria, probabilmente le più spettacolari del mondo, si trovano al confine tra Zambia e Zimbabwe, a circa 900 metri di quota, e sono formate dal fiume Zambesi. L'altitudine tempera il caldo nella stagione calda (settembre-marzo), e rende fredde le notti nel periodo metà maggio-metà agosto. Vi si può accedere da entrambi i Paesi, anche se la parte più attrezzata è quella dello Zimbabwe. Le cascate sono patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.
La stagione di piena del fiume va da febbraio a maggio, con un massimo ad aprile. Il fiume raggiunge la sua portata minima a novembre, quando diventa dieci volte più piccolo che ad aprile. Durante la piena del fiume, non è possibile vedere alcune parti delle cascate a causa degli spruzzi e della nebbiolina da essi prodotta, ed è difficile fotografarle a causa degli spruzzi stessi. Nel periodo in cui la portata è inferiore, da ottobre a dicembre, la cascata si divide in diversi rivoli, ed alcune parti diventano secche. A partire da dicembre il fiume riprende a crescere, ma ormai siamo nella stagione delle piogge, con caldo afoso e frequenti rovesci pomeridiani.
I getti provocati dalle cascate superano i 400 metri di altezza, e sono visibili a 50 chilometri di distanza; essi alimentano una foresta pluviale nelle vicinanze.
Il Victoria Falls National Park ospita una ricca fauna, tra cui elefanti, giraffe e zebre.
E' possibile praticare il rafting nelle rapide prodotte dalle cascate. Esiste anche una pozza d'acqua naturale, la "piscina del Diavolo", dove è possibile fare il bagno sull'orlo delle cascate, almeno quando il fiume non è in piena, attività comunque pericolosa e non consigliabile.

Cascate Victoria


Il periodo migliore per visitare le cascate Vittoria va da giugno a metà agosto, essendo il più fresco, oltre che secco e soleggiato, e in cui la portata del fiume è intermedia tra la piena e la secca. E' consigliabile di vestirsi a strati, perché di notte fa spesso freddo, mentre di giorno l'aria diventa mite o piacevolmente calda. Può essere anche utile un impermeabile per gli spruzzi. Da metà agosto a metà novembre è ancora la stagione secca, ma il caldo diviene intenso, mentre il fiume è sempre più secco.