Clima marittimo mite


La caratteristica di questo tipo di clima è la mitezza: l'inverno è mite come quello mediterraneo o anche più caldo, mentre l'estate è meno calda, anche se spesso è sufficientemente calda per fare vita da spiaggia. Il mare è in genere più caldo del Mediterraneo in inverno, mentre quasi ovunque (tranne che a Capo Verde) rimane più fresco nei mesi centrali dell'estate.
Dove andare:

Atlantico vicino all'Europa

Azzorre. Alle Azzorre, isole portoghesi, il clima è mite, piovoso e ventoso in inverno, mentre l'estate è piacevole ma non troppo calda: le temperature sono intorno ai 25 gradi, e in pratica non fa mai molto caldo. Siamo lontani dall'Africa, per cui, a differenza ad esempio che alle Canarie, qui lo scirocco non arriva mai, e non si superano mai i 30 gradi. Il soleggiamento non è buono in inverno, ed è discreto, ma non eccezionale, in estate. Il mare è abbastanza fresco anche in estate. Questo clima è interessante per chi non ama il caldo, ma non vuole neanche il freddo, però non teme il vento e la pioggia.
Madeira. Una via di mezzo tra Azzorre e Canarie. Rispetto alle Azzorre la temperatura invernale è più mite (18/19 gradi anziché 16/17), le piogge più contenute, il soleggiamento migliore, ma anche qui comunque l'estate è piacevole, sui 25/26 gradi; qui le ondate di caldo dall'Africa molto rare, ma comunque possibili. Anche qui il mare è fresco.
Canarie. Le Canarie sono diventate una delle mete preferite dagli italiani non solo per le vacanze, ma anche per andarci a vivere. Ci si trova pur sempre in Spagna, vi circola la stessa moneta, l'Euro, ma il clima è da sogno, mite e soleggiato per gran parte dell'anno, con temperature diurne intorno ai 20 gradi in pieno inverno. Le piogge sono a livello semidesertico o desertico e sono concentrate nei mesi invernali. In estate è raro che faccia molto caldo: in genere le temperature si fermano intorno ai 26/27 gradi. Il mare è un po' fresco, e il vento soffia di frequente, soprattutto nelle isole più orientali (Lanzarote e Fuerteventura).
Capo Verde. Qualche grado in più rispetto alle Canarie; d'inverno fa ancora più caldo e non piove, ma d'estate per qualche mese il clima diventa quasi tropicale, con piogge irregolari, a volte anche forti, e con gli uragani che all'inizio della loro formazione possono sfiorare le isole meridionali. Il paesaggio comunque è desertico. Il mare è ormai caldo nei mesi estivi e autunnali.
Isole dell'Atlantico dal clima mite

Altri continenti

Costa nord del Cile, (Arica, Iquique, Antofagasta): qui il clima è mite in inverno, senza piogge ma con possibili nebbie e nubi basse, e piacevolmente caldo in estate, con molto sole e niente piogge. L'assenza di piogge rende il clima desertico. Per fare i bagni, il mare è un po' fresco anche in estate.

Clima tropicale (senza cicloni)


In questa fascia vi può essere una stagione molto piovosa e/o poco soleggiata, ma comunque la temperatura media non scende mai sotto i 20 gradi anche nel mese più freddo, e vi sono molti mesi in cui fa caldo e splende il sole. Abbiamo comunque escluso le zone che ricevono in certe stagioni piogge monsoniche, e anche quelle che possono essere colpite dai cicloni tropicali. Questo tipo di clima è indicato per chi non vuole più soffrire il freddo, non teme un po' di afa e ama il mare.

Dove andare:
Brasile (Salvador, Rio de Janeiro). A Salvador de Bahia, città magica, piove tutto l'anno, sotto forma di intensi rovesci che lasciano presto spazio al sole. Stesso discorso a Rio, dove però le piogge sono meno abbondanti. In entrambi i casi vi è una stagione invernale relativamente più fresca, meno accentuata a Salvador.
Galàpagos. Questa è una scelta un po' radicale: trasferirsi in un arcipelago immerso nell'oceano Pacifico, abitato da specie animali uniche, con una natura incontaminata, e con un clima molto particolare: siamo all'Equatore, eppure la temperatura è piacevole per molti mesi all'anno, non troppo calda, ma anche con qualche nebbia e foschia. E' un luogo turistico ma non è esattamente un luogo di movida, ma un luogo dove vivere in tranquillità e a contatto con la natura.
Angola (Luanda). In questo Paese si parla portoghese. Nella capitale Luanda, sulla costa, il clima è caldo e poco piovoso, con qualche foschia di mattina e nei mesi più freschi. Anche questa in un certo senso è una scelta estrema: si tratta di una megalopoli, con forti disparità di ricchezza, e un costo della vita elevato, ma anche con opportunità di lavoro per chi ha una qualifica professionale.

Clima equatoriale (senza cicloni)


In questa fascia il clima è caldo tutto l'anno, con temperatue diurne intorno ai 28/32 gradi, e temperature notturne intorno ai 23/25 gradi, e che raramente scendono sotto i 20 gradi. Il mare è sempre caldo e consente di fare i bagni tutto l'anno. Per evitare il rischio di cicloni e tempeste tropicali, bisogna limitarsi alle aree intorno all'Equatore, altrimenti, se non avessimo considerato i cicloni, avremmo potuto indicare altre zone che sono calde tutto l'anno, come i Caraibi o la Thailandia. Conviene poi evitare le zone dove le piogge sono troppo intense e frequenti, che magari conoscono una stagione piovosa di tipo monsonico, e limitarsi alle zone dove un soleggiamento almeno discreto è garantito tutto l'anno: stiamo cioè andando in cerca dei paradisi tropicali. In questo tipo di clima le piogge si verificano sotto forma di rovescio o temporale, in genere nel pomeriggio o in serata. In genere vi è qualche variazione nella piovosità nel corso dell'anno (vi possono essere una o due stagioni delle piogge), mentre le variazioni di temperatura sono contenute, anche se vi può essere una stagione relativamente più fresca.

Dove andare:

Africa

Costa del Kenya (Malindi, Mombasa)
Costa nord della Tanzania (la parte meridionale può essere sfiorata dai cicloni tropicali), Zanzibar.
Seychelles più settentrionali, compresa Mahé. Le Seychelles centro-meridionali possono invece essere colpite dai cicloni tropicali.

Asia

Maldive meridionali (Huvadhu, Addu, Fuvahmulah). Le Maldive centro-settentrionali possono invece essere colpite dai cicloni tropicali.

Oceania

Nauru. Sarebbe un paradiso tropicale, ma purtroppo non si è ancora ripreso dal periodo di sfruttamento minerario.
Kiribati. Arcipelago esteso in una vasta area lungo l'equatore, quasi interamente al riparo dai cicloni tropicali, tranne le Isole della Linea più meridionali.
Polinesia Francese (isole Marchesi). In questo remoto arcipelago si parla francese. Le isole Marchesi, più vicine all'Equatore, sono al riparo dai cicloni tropicali.

Sud America

Costa orientale del Brasile (Fortaleza, Natal). Questa zona costiera conosce una stagione secca molto accentuata alla fine dell'anno.

Clima tropicale di montagna


Per chi vuole una temperatura piacevole e costante, calda senza eccessi tutto l'anno, bisogna andare in Paesi tropicali, non lontano dall'Equatore, e salire di quota. Qui però naturalmente non c'è il mare. Anche qui abbiamo escluso i Paesi che possono essere colpiti dai cicloni tropicali.

Dove andare:

Brasile, Brasilia. La capitale federale, a 900 metri di quota, conosce una stagione delle piogge, con rovesci frequenti, e una stagione secca e soleggiata, con notti fresche.
Costa Rica, San José. Si trova a 1.100 metri ed ha temperature piacevolmente calde. Nella stagione delle piogge però vi sono rovesci pressoché quotidiani, e il soleggiamento è scarso.
Eritrea, Asmara. A 2.300 metri, ha un clima primaverile tutto l'anno, abbastanza arido, con notti che possono essere fredde. Molti abitanti parlano l'italiano.
Etiopia, Addis Abeba. A 2.300 metri, ha un clima primaverile, con notti che possono essere fredde. Vi si trovano ancora abitanti che sanno l'italiano.
Kenya, Nairobi. A 1.600 metri di quota, conosce due stagioni piovose e una stagione fresca e nuvolosa.
Tanzania, Dodoma. La capitale, a 1.100 metri di quota, è calda tutto l'anno senza eccessi, inoltre è abbastanza arida e soleggiata.