Indice


Introduzione



Nel Turkmenistan, Paese dell'Asia centrale, il clima è continentale arido, con inverni freddi, ed estati torride e soleggiate. L'esposizione a masse d'aria di natura diversa rende il suo clima instabile, e soggetto a ondate di freddo come ad ondate di caldo. Le tempeste di vento che sollevano la polvere sono frequenti.
La gran parte del Turkmenistan è occupata dal deserto del Karakum, dove in estate si possono toccare i 50 gradi. Anche le coste del Mar Caspio sono desertiche, ma sono più miti in inverno, mentre in estate sono un po' meno calde ma più afose. Nel nord, nell'area un tempo occupata dal Lago d'Aral, troviamo il lago Sarygamysh, alimentato da un ramo dell'Amu Darya, e un tempo parte dello stesso Lago d'Aral.
L'inverno è freddo al nord, mentre diventa più mite al centro-sud: la media di gennaio scende sotto lo zero al nord, mentre al sud è intorno ai 5/6 gradi. A causa dell'aridità del clima, le nevicate sono possibili ma non abbondanti. L'estate è caldissima ovunque: la temperatura media di luglio è intorno ai 27/28 gradi al nord e sulle rive del Mar Caspio, mentre si possono superare i 30 gradi nel centro-sud. La parte più mite del Paese è quella sud-occidentale, che è meno fredda in inverno, mentre in estate è meno calda ma più afosa, per via delle zone paludose oltre che delle acque del Mar Caspio.
Nel sud si trovano delle montagne, i Kopet Dag, da cui possono scendere venti caldi che possono portare rapidi aumenti di temperatura. Un'altra catena montuosa si trova ad est, il Kugitangtau, che culmina con il monte Airibaba, alto 3.138 metri. A nord invece non ci sono ostacoli, per cui possono giungere masse d'aria gelide di origine siberiana, da aprile a ottobre ma più facilmente da novembre a marzo.

Centro-sud


Ashgabat

La capitale Ashgabat si trova nel sud, ai piedi dei monti Kopet Dag, da cui possono giungere tutto l'anno intensi venti caldi tipo föhn. Anche se raggiungono i 3.000 metri, questi monti sono quasi sempre privi di neve a causa dell'aridità del clima. Ad Ashgabat cadono poco più di 200 millimetri di pioggia all'anno, dunque siamo ad un livello praticamente desertico, ma sono comunque più che in altre zone per la vicinanza con i monti; le stagioni più piovose sono l'inverno e la primavera. Ecco le precipitazioni medie.
Ashgabat - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)25204540306213101520218
Giorni77874211134752

L'inverno è abbastanza freddo, ma non gelido (la media di gennaio è di 4 gradi), e per lunghi periodi la temperatura può essere accettabile. I venti da sud poi possono alzare la temperatura intorno ai 20/25 gradi anche in pieno inverno. Per contro, qualche volta le masse d'aria fredda dalla Siberia possono portare ondate di gelo, con minime intorno ai -10/-15 gradi (e a volte anche meno). L'estate da giugno ad agosto è torrida, con massime intorno ai 37/38 gradi, ma con punte di 40/42 gradi.
Ecco le temperature medie di Ashgabat.
Ashgabat - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)0161217222422161051
Max (°C)91116243036383732241710

Il sole ad Ashgabat brilla regolarmente in estate, mentre in inverno non si vede molto spesso, anche se qualche giornata soleggiata si può sempre verificare.
Ashgabat - Soleggiamento
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Sole (ore)4456911111110753

Ashgabat

Turkmenbashy

Türkmenbashy (ex Krasnovodsk), si trova più a nord, sulla costa del Mar Caspio, ma è mitigata dalle acque del grande lago salato, ed ha un clima simile: la media di gennaio è di 3,5 gradi (ma la città non è esente da ondate di gelo invernali), quella di luglio di 28,5 °C, con massime di 35 °C, ma anche qui sono possibili punte di caldo di 40/42 gradi.
Turkmenbashy - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)003914192222171051
Max (°C)891320263235352922149

A Turkmenbashy le precipitazioni annue (125 millimetri) sono da clima desertico. Ecco le precipitazioni medie.
Turkmenbashy - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)1213171693255111913125
Giorni54543111123535

Esenguly

Nella parte più meridionale della costa del Mar Caspio, vicino al confine con l'Iran, l'inverno diventa ancora più mite, mentre l'estate diventa meno calda ma decisamente più afosa. Anche qui comunque sono possibili intense ondate di caldo da sud, oltre che ondate di gelo in inverno.
Ecco le temperature medie di Esenguly.
Esenguly - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)0141015202424191262
Max (°C)111215202629313129241813

Nord


Dashoguz

Nell'estremo nord, a Dashoguz (ex Tashauz), la media di gennaio scende a -3,5 gradi, mentre quella di luglio è di 28 °C. L'estate è dunque ancora torrida, mentre in inverno fa decisamente più freddo, e sono anche più frequenti le ondate di gelo, nel corso delle quali le minime scendono intorno a -20/-25 gradi. Qui le precipitazioni sono ancora molto scarse, intorno ai 100 millimetri l'anno. Ecco le temperature medie.
Dashoguz - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)-8-708141921181250-5
Max (°C)141121293436332719103

Quando andare



Il periodi migliori per visitare il Turkmenistan sono le mezze stagioni, per evitare gli estremi termici tipici del Paese, e in particolare i mesi di aprile e ottobre, tenendo presente che comunque può fare freddo di notte, soprattutto al nord, e caldo di giorno, soprattutto al sud. Nella capitale e nel sud, dove il caldo arriva prima e dura di più, si possono scegliere i periodi metà marzo-metà aprile e metà ottobre-metà novembre.

Cosa portare in valigia



In inverno: per Ashgabat e le città principali del centro-sud, vestiti caldi, maglione, cappotto, foulard per il vento, con la possibilità di scoprirsi nelle giornate miti, ma anche di coprirsi nelle ondate di gelo, quindi con piumino, berretto di lana, sciarpa, guanti. Per l'estremo nord, Dashoguz e il lago Sarygamysh, i vestiti molto caldi sono quasi sempre necessari.
In estate: vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale (cotone o lino), cappello per il sole, turbante da deserto, una felpa la sera, una felpa leggera per la brezza sul Mar Caspio. Per la montagna, vestiti leggeri per il giorno, cappello per il sole, felpa e giacca leggera per la sera, scarpe da trekking; per la cima del monte Airibaba, maglione e giacca calda per la sera.
Per le donne è meglio evitare calzoncini e minigonne.

Torna su