In Etiopia il clima varia in funzione dell'altitudine, passando dal torrido e arido delle terre più basse al fresco di alta quota. Trovandosi appena a nord dell'Equatore, il Paese conosce poche variazioni di temperatura nel corso dell'anno.
Le piogge sono determinate dal monsone di sud-ovest, che interessa il Paese da giugno a settembre (la stagione delle piogge è detta Kiremt), ma colpisce solo alcune aree, vale a dire l'altopiano e i versanti montuosi esposti a sud-ovest, mentre nella zona sud-orientale del Paese vi sono due periodi piovosi meno intensi, in genere marzo-maggio e ottobre-novembre, che in alcuni anni lasciano quelle aree a secco provocando siccità.

Indice



Climi in Etiopia

1- L'altopiano



Nell'Altopiano Etiopico (zona 1 nella mappa), il clima è fresco, mite o piacevolmente caldo a seconda della quota, con un periodo poco piovoso da novembre a febbraio, e uno piovoso da giugno a settembre, preceduto da un periodo da marzo a maggio in cui si possono comunque verificare rovesci e temporali pomeridiani. Le piogge annuali vanno dai 1.000 ai 2.200 millimetri. Le piogge avvengono sotto forma di rovescio o temporale, in genere nel pomeriggio o in serata, anche nel periodo del monsone, in cui comunque la nuvolosità, sia pur non sempre compatta, è più diffusa.

Addis Abeba

La capitale Addis Abeba (o Addis Ababa) a 2.300 metri sul livello del mare (ma i diversi quartieri della città vanno dai 2.100 ai 2.700), ha un clima mite e salubre, con notti fresche, persino fredde da novembre a febbraio quando le minime scendono sotto i 10 gradi, e giornate piacevolmente calde, intorno ai 22/25 gradi, tranne a luglio e agosto, nel pieno della stagione delle piogge, quando si attestano sui 20 gradi. Il periodo da marzo a maggio, come spesso accade in Etiopia, è sia pur di poco il più caldo dell'anno. Ecco le temperature medie.
Addis Abeba - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)8910111110101010977
Max (°C)242425242523212122232323

Nel corso dell'anno cadono 1.200 millimetri di pioggia, con un massimo da giugno a settembre, l'unico periodo molto piovoso. Da novembre a febbraio piove poco e si verificano rari acquazzoni; da marzo a maggio gli acquazzoni pomeridiani diventano un po' più frequenti, presentandosi per 6/7 giorni al mese, mentre a luglio e agosto essi si verificano in media un giorno su due. Ecco le precipitazioni medie.
Addis Abeba - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)1645708595135280295190251561257
Giorni445771114161331287

Il soleggiamento ad Addis Abeba è buono da ottobre a maggio, mentre nel periodo piovoso, da giugno a settembre, le ore di sole diminuiscono, e soprattutto a luglio e agosto il cielo è spesso nuvoloso.
Addis Abeba - Soleggiamento
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Sole (ore)998786335899

Le altre città che si trovano sull'altopiano hanno un clima simile a quello di Addis Abeba, con variazioni legate all'altitudine e alla posizione. La parte più piovosa dell'altopiano è quella occidentale: a Gore cadono 2.100 millimetri di pioggia all'anno, e piove molto da aprile a ottobre compreso. A Gondar nel nord-ovest a 2.000 metri di quota la temperatura è appena più elevata che ad Addis Abeba, e in un anno cadono 1.100 mm di pioggia distribuiti allo stesso modo che nella capitale. A Bahir Dar a 1.800 metri cadono 1.400 mm di pioggia, di cui ben 430 mm a luglio; qui i rovesci sono esaltati dalle acque del Lago Tana, da cui nasce il Nilo Azzurro che nei pressi di Tissisat dà vita a spettacolari cascate.
Gimma (Jimma) si trova a 1.700 metri di quota nel sud-ovest; qui le piogge ammontano a 1.500 mm l'anno, di cui più di 100 mm al mese da aprile a settembre. Ecco le precipitazioni medie.
Gimma - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)4050801801502202302101908540351510
Giorni4579101211141264397

Data la quota più bassa, le temperature a Gimma sono più elevate che nella capitale, ma anche qui sono piacevoli. Ecco le temperature medie.
Gimma - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)121313131313131313121212
Max (°C)272828272725242425262727

Harar (Harer) si trova ad est al limite dell'altopiano, e a non grande distanza da Dire Daua (v. sotto), ma è più fresca, perché è posta a 1.850 metri di quota e si trova su un altro versante. Qui cadono 860 millimetri di pioggia all'anno, con un periodo piovoso in cui ne cadono da 100 a 140 mm che va da aprile a settembre.

Cascate del Nilo Azzurro

2- Le zone aride



Le zone aride o semiaride che circondano l'altopiano etiopico (zona 2 nella mappa), hanno precipitazioni inferiori agli 800 millimetri annui e in genere si trovano ad una quota più bassa, con qualche eccezione come Macallé (Mekele) che si trova a 2.000 metri di quota nel nord (regione dei Tigré); qui cadono 700 millimetri di pioggia all'anno, con due soli mesi molto piovosi, luglio e agosto. Nonostante la quota, qui da aprile a giugno si fa sentire un po' il caldo, con massime sui 27/28 gradi.
Ma il caldo si fa sentire soprattutto al di sotto dei 1.000 metri, e in particolare nel periodo secco.
La sottile striscia a ovest dell'altopiano riceve il monsone di sud-ovest, ma con effetti meno evidenti rispetto all'altopiano; qui il caldo è torrido nel periodo secco da ottobre a metà maggio, con un massimo tra aprile e l'inizio di maggio quando si toccano normalmente i 40 gradi, poi arrivano le piogge e la temperatura scende un po': difficile dunque qui individuare un periodo migliore. I bacini dei fiumi Baro e Sobat al confine con il Sud Sudan sono paludosi e malsani.
Nell'estremo sud, nella zona del Lago Turkana, e nel sud-est (v. Moyale) il caldo è torrido tutto l'anno, con piogge dall'andamento irregolare e concentrate in due periodi: marzo-maggio e ottobre-novembre. Qui a differenza che nel resto del Paese il periodo migliore (o il meno peggio...) è giugno-agosto perché è sia pur di poco il meno caldo. Anche la Regione dei Somali (Ogaden), nel sud-est, è torrida e semi-desertica. Ecco le temperature medie di Gode, situata nell'Ogaden.
Gode - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)212123242323232323232120
Max (°C)353737363534333436353535

Qui le piogge non raggiungono i 250 millimetri all'anno, e sono concentrate in due stagioni piovose, ad aprile-maggio e ottobre-novembre. Ecco le precipitazioni medie.
Gode - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)021075352151570252245
Giorni00154001263123

Nella zona orientale troviamo Dire Daua, che si trova a 1.200 metri, sul versante che guarda a nord verso la zona torrida: infatti ha una temperatura elevata per gran parte dell'anno, con un massimo a giugno quando sono normali massime sui 35 gradi, mentre in inverno fa caldo di giorno ma le notti sono abbastanza fresche. Ecco le temperature medie.
Dire Daua - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)151518192021181718171516
Max (°C)282931323335323132333128

Qui cadono 670 millimetri di pioggia all'anno, con due periodi relativamente piovosi, marzo-maggio e luglio-settembre, e due periodi secchi, da ottobre a febbraio e il solo mese di giugno. Ecco le precipitazioni medie.
Dire Daua - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)20357010560309513075301510670
Giorni22356468643150

3- La Dancalia



Nel nord, nella regione degli Afar (zona 3 nella mappa), il clima è desertico e torrido tutto l'anno. In particolare nella depressione della Dancalia (o Danakil), dove si trovano alcuni laghi salati come il Lago Afrera, il clima è particolarmente caldo a causa della bassa quota (si scende di un centinaio di metri al di sotto del livello del mare), e vi regna un caldo stabile e opprimente tutto l'anno. L'insediamento abbandonato di Dallol, nell'estremo nord, è mediamente il luogo più caldo del mondo, con una temperatura media giornaliera di 35 gradi tutto l'anno, con minime sui 30 °C e massime sui 40 °C (o almeno così hanno riportato le registrazioni effettuate all'epoca). Sulle pendici del vulcano Erta Ale, la roccia basaltica scura assorbe i raggi solari e si riscalda particolarmente, creando in questo modo un ambiente infernale.

Dallol

Le montagne



Dall'altopiano etiopico si elevano diverse cime montuose, tra cui il Ras Dashen, il più alto con i suoi 4.550 metri, il Tullu Deemtu (4.389 metri) e il Batu (4.307 metri), entrambi situati nelle Montagne di Bale, e l'Abuna Yosef, alto 4.260 metri. Nelle Montagne di Bale si trovano diversi interessanti ecosistemi; fino ai 2.800 metri troviamo la foresta, sostituita al di sopra da una vegetazione arida di montagna, in grado di sopportare il freddo notturno, mentre sopra i 4.000 il freddo costante impedisce la crescita di quasi tutta la vegetazione (si ha così un deserto freddo). Il Ras Dashen a nord e l'Abuna Yosef ad est si trovano invece nell'area semiarida.

I cicloni



Ogni tanto la parte sud-orientale dell'Etiopia (Regione dei Somali) può essere interessata da un ciclone tropicale, proveniente dal Mar Arabico, che dopo aver interessato la Somalia può penetrare verso l'interno, indebolendosi gradualmente, ma portando ancora piogge abbondanti, come è accaduto ad esempio con la depressione ARB 01 nel novembre 2013, e con il ciclone Sagar nel maggio 2018.
I cicloni si formano da maggio a dicembre, e sono più frequenti all'inizio del periodo (maggio-giugno), e alla fine (ottobre-dicembre).

Quando andare



Il periodo migliore per visitare l'Etiopia va da novembre a febbraio, essendo il più secco e il più fresco quasi ovunque. Nelle zone aride che si trovano a bassa quota è anche questo un periodo molto caldo, con giornate torride, e notti però in genere abbastanza fresche. I mesi peggiori sono luglio e agosto per le piogge sull'altopiano, e aprile e maggio per il caldo nelle zone semiaride, mentre la Dancalia è stabilmente caldissima e inospitale tutto l'anno.

Cosa portare in valigia



In inverno: per la Dancalia, la regione di Afar e il sud-est, vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale, cappello per il sole, turbante per il deserto, scarpe da trekking, felpa per la sera alle quote collinari; per Addis Abeba e l'altopiano, vestiti a strati, leggeri per il giorno, cappello per il sole, giacca, maglione e berretto per la sera; per l'alta montagna, sopra i 3.000 metri, vestiti caldi, giubbotto, guanti, sciarpa.
In estate: per la Dancalia, la regione di Afar e il sud-est, vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale, cappello per il sole, turbante per il deserto, scarpe da trekking; per Addis Abeba e l'altopiano, vestiti di mezza stagione, giacca, impermeabile e ombrello; per l'alta montagna, sopra i 3.000 metri, vestiti caldi, giubbotto, guanti, sciarpa.