Indice


Introduzione



Nel Burkina Faso il clima è tropicale, con una stagione piovosa nei mesi estivi legata al monsone africano, e una stagione secca in quelli invernali. Al nord la stagione piovosa è più breve e meno intensa, per cui il clima è semiarido, mentre al sud le piogge durano di più e sono sufficienti a garantire un raccolto e una vegetazione più consistenti, infatti si trovano riserve naturali con la flora e la fauna tipiche della savana.
Le temperature nel Burkina Faso sono elevate tutto l'anno. In inverno, stagione in cui l'aria è secca per la prevalenza dei venti da nord-est, le massime sono normalmente intorno ai 30/32 gradi al nord e ai 32/33 °C al sud anche nei mesi meno caldi, dicembre e gennaio, ma le punte di caldo sono naturalmente più elevate. Il vento da nord-est, detto harmattan, è in grado di sollevare la polvere rendendo il cielo bianco, ma può provocare anche vere e proprie tempeste di sabbia. Queste tempeste si possono verificare anche in primavera, per lo scontro con le masse d'aria umida che avanzano dall'oceano.
A partire da febbraio le temperature aumentano, così che il caldo diventa decisamente torrido. Però mentre al sud arrivano abbastanza presto le prime piogge, che aumentano l'umidità ma ostacolano l'aumento della temperatura, al nord e in parte al centro il caldo aumenta fino ad aprile e maggio, quando si toccano normalmente i 40/42 gradi. A maggio e giugno i primi rovesci consistenti da sud possono essere preceduti o accompagnati da trombe d'aria e tornado, a causa dello scontro con l'aria secca preesistente.
Tra luglio e settembre, quando il monsone manifesta i massimi effetti, il caldo si è ridotto ovunque, ma è diventato tropicale, con massime sui 28/32 gradi, e con l'aria umida che rende il caldo fastidioso. Comunque qualche giornata torrida si può verificare, nelle pause del monsone, anche in piena estate, soprattutto al nord dove il monsone è meno intenso.
Il caldo riprende ad aumentare al ritiro del monsone, ad ottobre e a novembre, più al nord, dove si torna di nuovo verso i 40 gradi, che al sud, dove si rimane intorno ai 35 °C.
Come abbiamo detto, nel Burkina Faso fa caldo tutto l'anno, tuttavia durante l'inverno qualche volta può fare un po' freddo di notte: i record del freddo sono intorno ai 6/7 gradi al nord e ai 10 °C al sud. I record del caldo sono molto elevati, soprattutto al nord dove si sono toccati i 47/48 gradi tra aprile e maggio, mentre al sud sono intorno ai 42/44 gradi, e si sono registrati tra febbraio e aprile, e persino a gennaio all'estremo sud.

Il centro-nord



Il nord del Burkina Faso rientra nella fascia climatica del Sahel (non a caso la regione più settentrionale ha proprio il nome di "Regione del Sahel"), dove cadono meno di 600 millimetri di pioggia all'anno.

Dori

A Dori, nel nord, cadono 500 mm di pioggia in un anno, si superano i 50 mm al mese soltanto da giugno a settembre, e il massimo è di 160 mm ad agosto. Ecco le precipitazioni medie.
Dori - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)00352055120160701000446
Giorni0011461112820045

A Dori le temperature sono elevate tutto l'anno; i periodi più caldi, in cui il caldo è torrido, sono quelli che precedono e seguono la stagione delle piogge, vale a dire, marzo-maggio e metà settembre-novembre. Ecco le temperature medie.
Dori - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)151722262827252424241815
Max (°C)323639424239363436393733

Burkina Faso, nord

Ouagadougou

Nella capitale, Ouagadougou, al centro del Paese, anche le piogge sono ad un livello intermedio, e ammontano a quasi 750 millimetri l'anno, concentrate da maggio all'inizio di ottobre, mentre nel resto dell'anno sono sporadiche, soprattutto in inverno quando non piove praticamente mai, come nel resto del Paese. Ecco le precipitazioni medie.
Ouagadougou - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)01525651001752151203510744
Giorni001381014161150068

Anche a Ouagadougou fa caldo tutto l'anno, ma da aprile a ottobre le temperature sono un po' più basse che al nord, perché è più facilmente raggiunta da masse di aria umida da sud, soprattutto nella stagione delle piogge. Ecco le temperature medie.
Ouagadougou - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)171924262624232222232017
Max (°C)333638393835323133363633

A Ouagadougou il sole brilla tutto l'anno, tuttavia nella stagione delle piogge, e in particolare da luglio a settembre, la durata del soleggiamento diminuisce un po'. Nell'estremo sud, dove piove più spesso, questa diminuzione è più marcata.
Ouagadougou - Soleggiamento
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Sole (ore)9999998779109

Il sud



Al sud si superano i 1.000 millimetri all'anno, e piogge di una certa importanza si verificano per un periodo più lungo.

Bobo-Dioulasso

A Bobo Dioulasso, la seconda città del Paese, cadono 1.000 mm all'anno, mentre a Gaoua, nell'estremo sud, ne cadono 1.200 all'anno.
Ecco le precipitazioni medie a Bobo Dioulasso.
Bobo-Dioulasso - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)13154510013019527017060811001
Giorni003591115191571085

A Bobo-Dioulasso è più raro che ci sia un caldo torrido nei mesi secchi, mentre da luglio a settembre la temperatura massima non va oltre i 29-30 °C in media. Quindi, paradossalmente, il sud è meno caldo che il nord.
Bobo-Dioulasso - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)192124252422212121222119
Max (°C)323536363432302930333432

Le cascate di Karfiguela si trovano nel sud, vicino Banfora, nella regione più piovosa del Paese.

Gaoua

Quando andare



Il periodo migliore per visitare il Burkina Faso è l'inverno, in particolare i mesi di dicembre e gennaio: il tempo è buono, fa caldo ma l'aria e secca. Qualche volta di notte può fare un po' freddo, soprattutto al nord, mentre di giorno può fare molto caldo ovunque, ma soprattutto al sud. A partire da febbraio il caldo aumenta e diventa molto intenso a partire dal sud, poi la "primavera" è caldissima ovunque. L'estate è piovosa, e a volte i rovesci particolarmente intensi possono provocare degli allagamenti. Tutto sommato si può andare anche a novembre, che è un mese torrido, ma in fondo non è molto diverso da dicembre e gennaio, soprattutto al sud.

Cosa portare in valigia



In inverno: vestiti leggeri per il giorno, coprenti e in tessuto naturale (cotone o lino), turbante per il deserto e per il vento dal deserto, occhiali da sole anche graduati al posto delle lenti a contatto (per via della sabbia), una giacca e un maglione per la sera, scarponcini da deserto o sandali.
In estate: vestiti leggeri, ombrello o impermeabile leggero per i rovesci, felpa leggera.

Torna su