Indice


Introduzione



Il clima della Grecia è mediterraneo sulle coste e sulle isole, con inverni miti e piovosi ed estati calde e soleggiate. Le città settentrionali, nelle zone interne di Epiro, Macedonia e Tessaglia, hanno un clima leggermente continentale, con inverni abbastanza freddi, durante i quali le masse d'aria provenienti da nord possono portare anche neve e gelo, ed estati molto calde (a volte torride), e soleggiate. Infine, nelle zone montuose del nord, gli inverni sono freddi e nevosi, mentre in estate possono scoppiare dei temporali nel pomeriggio.

Sulle coste centro-meridionali e sulle isole, dal clima tipicamente mediterraneo, l'inverno è mite e piovoso. Le piogge sono più abbondanti sulle coste esposte ad ovest, nelle isole Ionie e nelle isole a ridosso della Turchia (Dodecaneso).
Nelle isole, in questa stagione soffia spesso il vento; le precipitazioni si verificano spesso di notte e nel primo mattino. Nelle isole le nevicate sono rare, e in genere si verificano soltanto in quelle più settentrionali, durante le ondate di freddo più intense (ad esempio nelle Sporadi e nell'Eubea).
Le temperature invernali in Grecia diminuiscono progressivamente man mano che si procede verso nord: la temperatura media di gennaio va dai 12,5 °C di Iraklion (Creta), ai 9,5 °C di Atene, ai 5,5 °C di Salonicco (Thessaloniki).
A volte la Grecia è investita dalle masse di aria fredda provenienti dal nord Europa o dalla Russia: in questi casi la temperatura diminuisce notevolmente anche nelle zone dal clima mite, e può comparire la neve nelle zone di pianura più settentrionali (v. Salonicco); anche ad Atene, che in genere presenta inverni miti (con temperature simili a quelle di città dell'Italia meridionale come Bari o Napoli), durante questi brevi periodi fa freddo e piove, e in occasione delle ondate di freddo più intense può persino nevicare.

La primavera è una stagione piacevole e soleggiata in gran parte della Grecia.
Nelle zone settentrionali e in quelle montuose si verificano, a partire dal mese di maggio, dei temporali pomeridiani.
Inoltre, a maggio, nell'Egeo inizia anche a soffiare il meltemi (detto anche etesio), un vento che soffia, da nord o nord-est, durante la bella stagione (vedi sotto).

L'estate in Grecia è calda e soleggiata, come accade normalmente nei Paesi dal clima mediterraneo. Anche se la Grecia non è protetta dall'anticiclone delle Azzorre, il tempo risulta essere costantemente soleggiato, tanto che il soleggiamento medio è persino superiore a quello dell'Italia.
Soltanto al nord e sulle zone montuose, dove il sole è comunque frequente, vi sono a volte dei temporali pomeridiani, soprattutto in giugno (in luglio e agosto essi sono un po' più rari). Naturalmente nelle zone montuose la temperatura diminuisce con il crescere della quota, soprattutto di notte.
Mentre nelle isole e lungo le coste il caldo è temperato dalle brezze, nel continente, soprattutto nelle zone interne e nelle grandi città, il caldo è molto intenso.
In estate, sull'Egeo (in particolare nelle Cicladi) e il Bosforo soffia ricorrentemente il meltemi, un vento settentrionale che soffia soprattutto nei periodi più caldi (luglio-agosto), e, anche se il tempo è bello, può rendere il mare pericoloso. Questo vento può soffiare per periodi da due a quattro giorni, ma a volte per settimane intere. L'etesio è dovuto alla differenza di pressione tra il Mediterraneo occidentale, dove in estate si instaura un'alta pressione, e il Mediterraneo orientale e il Medio Oriente, dove si forma una depressione termica, dovuta all'eccezionale riscaldamento dell'altopiano iranico e dei deserti mediorientali. Per questo motivo, questi venti non possono essere considerati come semplici brezze, e possono essere insistenti e fastidiosi.

Santorini


L'autunno in Grecia è abbastanza tardivo, tanto che a settembre il tempo è in genere ancora tipicamente estivo, soprattutto al sud e nelle isole, e si mantiene mite anche a novembre (tranne che nelle zone montuose). Tuttavia, a partire da ottobre, cominciano le piogge; nello stesso tempo cessa di soffiare il meltemi.

Il nord



Salonicco

Nelle pianure e nelle valli del nord, dove il clima si fa più continentale, l'inverno è abbastanza freddo, anche se le precipitazioni non sono abbondanti. A Salonicco si registra mediamente un giorno su tre con gelate notturne. L'estate è molto calda: a luglio e agosto la media delle temperature massime è di 31/32 gradi, ma nei periodi caldi si sale facilmente intorno ai 35/36 °C.
Ecco le temperature medie di Salonicco.
Salonicco - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)125812161918151173
Max (°C)91114192529323127211511

A Salonicco le piogge, non abbondanti, conoscono un massimo in autunno e in inverno, e un minimo in estate, quando si verificano rari temporali. Ecco le precipitazioni medie.
Salonicco - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)453540404040201530555555470
Giorni75666432478765

Il soleggiamento a Salonicco è molto buono in estate, quando prevalgono i cieli sereni, mentre in autunno e in inverno non è granché, dato che vi sono diversi periodi in cui il cielo è nuvoloso.
Salonicco - Soleggiamento
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Sole (ore)455891012118644

Nelle zone interne e montuose l'inverno è decisamente freddo, soprattutto al nord, al confine con la Macedonia e la Bulgaria, dove vi possono essere ondate di freddo con nevicate abbondanti e intense gelate.

Florina

A Florina, situata nell'estremo nord, al confine con la Macedonia, a 800 metri di quota, la media di gennaio è di 1 °C. In un anno si registrano in media 27 giorni con neve. Durante le ondate di freddo la temperatura può scendere fino a -20 °C. In estate fa caldo di giorno (a volte molto caldo), ma le notti rimangono in genere fresche. Ecco le temperature medie.
Florina - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)-3-225101315151283-1
Max (°C)571217222729292519116

Sul monte Olimpo, la cima più alta della Grecia con i suoi 2.917 metri, è possibile praticare lo sci di fondo. Nel Peloponneso, la grande penisola collegata al continente dall'istmo di Corinto, la cima più alta è il monte Taigeto, alto 2.404 metri.
Anche nelle isole più settentrionali (Samotracia e Thassos nel Mar di Tracia, ma anche Skiathos e Skopelos nelle Sporadi) l'inverno è abbastanza freddo, e a volte può nevicare.

Il centro-sud



Nel centro-sud della Grecia il clima è mediterraneo, con inverni miti e abbastanza piovosi, ed estati calde e soleggiate. Tuttavia, le zone centrali (v. Atene) sono ancora abbastanza esposte alle ondate di freddo, per cui ogni tanto possono conoscere periodi freddi, e anche delle nevicate.

Atene

Atene, pur adagiata sul mare, in estate è la capitale più calda d'Europa: la temperatura media giornaliera in luglio e agosto in questa città è di 26 °C nelle zone costiere, ma raggiunge i 28 °C nei quartieri del centro. Non sono rare massime di 36/38 °C. Inoltre, va ricordato che Atene è una metropoli molto inquinata, gravata da una fastidiosa cappa di smog.
Ecco le temperature medie
Atene - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)77812162023231915118
Max (°C)131416212631333329241814

Il soleggiamento ad Atene è ottimo in estate, quando prevalgono i cieli sereni, mentre non è molto elevato da novembre a febbraio, anche se comunque le giornate di sole si possono presentare anche in pieno inverno.
Atene - Soleggiamento
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Sole (ore)456891112129754

Atene

Nel sud della Grecia (v. il Dodecaneso, Creta, Citera, ma anche le isole più meridionali delle Cicladi e delle Ionie) l'inverno è ancora più mite, e le irruzioni fredde diventano meno intense, anche se comunque ci possono essere giornate ventose e un po' fredde. L'estate è calda e soleggiata, ed è meno calda che ad Atene perché l'influsso del mare si fa sentire di più. Comunque, la temperatura può aumentare quando arrivano masse di aria calda dall'Africa.

Methoni

Le seguenti temperature medie, relative a Methoni (o Modone), sulla costa sud-occidentale del Peloponneso, sono rappresentative delle coste e delle isole meridionali della Grecia.
Methoni - Temperature medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Min (°C)87911151821221916129
Max (°C)151516192226282927242016

Nelle coste e nelle isole le piogge conoscono un massimo invernale, e un minimo estivo molto pronunciato, quando non piove quasi mai. Ecco le precipitazioni medie a Methoni.
Methoni - Precipitazioni medie
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDicAnno
Prec. (mm)110806535255233575125135695
Giorni111085310136101269

Temperatura del mare



La temperatura del mare, nel centro del Mar Egeo (vedi Naxos, Mykonos), non diventa mai molto calda, perché il vento prevalente, il Meltemi, impedisce il suo riscaldamento, mescolando gli strati superiori dell'acqua. Ecco la temperatura del mare a Naxos.
Naxos - Temperatura del mare
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Temp. (°C)161515161821232323211817

Nella parte meridionale del Mar Egeo (vedi Creta), e nel Mar Ionio (vedi Corfù), la temperatura del mare in estate diventa un po' più elevata, risultando abbastanza calda per fare il bagno da luglio a settembre. Ecco la temperatura del mare a Iraklion (Creta).
Iraklion - Temperatura del mare
MeseGenFebMarAprMagGiuLugAgoSetOttNovDic
Temp. (°C)161515161922242524222018

Quando andare



Per sapere qual è il periodo migliore per visitare la Grecia, occorre distinguere in base allo scopo del viaggio:

- Se si cercano il sole e i bagni in mare, va bene la lunga estate, da inizio giugno a metà settembre. In questo periodo non c'è una nuvola per lunghi periodi; il caldo è a volte intenso, ma sulle coste esso è temperato dalle brezze. Sull'Egeo, come già ricordato, può soffiare in certi periodi un intenso vento da nord: i freddolosi possono portare una felpa, per la sera o per le giornate meno calde.

- Se si intende visitare i luoghi storici e archeologici e le città, le stagioni migliori sono la primavera e l'autunno. L'estate è spesso troppo calda, soprattutto sul continente (ad Atene si superano spesso i 36 °C), e a luglio e agosto; comunque, anche giugno e settembre sono mesi caldi, con massime intorno ai 28/30 gradi nella capitale.
L'inverno, freddo al nord e nelle regioni montuose, diventa ventoso e piovoso al sud e nelle isole, e dunque non è la stagione migliore per visitare la Grecia. In compenso, in questo periodo la scarsa quantità di turisti può consentire di compiere escursioni e visite nei luoghi storici e archeologici con una maggiore tranquillità e solitudine.
In generale i periodi migliori sono il mese di maggio (che assomiglia al maggio italiano, con massime intorno ai 25 gradi ad Atene e a Salonicco), e il periodo che va da metà settembre a metà ottobre; il primo offre giornate più lunghe e una natura in fiore, mentre il secondo offre un mare ancora caldo, che può essere invitante nelle pause tra un'escursione e l'altra.
Ad ottobre le temperature sono piacevolmente calde e assomigliano a quelle di maggio, ma le giornate sono più brevi, e a volte piove, soprattutto nella seconda metà del mese.
A novembre spesso il cielo è nuvoloso e le piogge sono abbastanza frequenti; tuttavia, in genere non fa freddo: il tempo assomiglia a quello che si trova nello stesso periodo nell'Italia meridionale.
Ad aprile le temperature sono già miti e spesso c'è il sole, anche se qualche perturbazione può ancora passare, per cui tutto sommato un viaggio in Grecia può essere consigliabile già in questo periodo.

Cosa portare in valigia



In inverno: per le zone interne e montuose: vestiti caldi, piumino, berretto, guanti, sciarpa. Per Atene e le zone costiere centro-settentrionali: vestiti caldi, maglione, giacca, impermeabile o ombrello. Per Creta e le isole più meridionali: vestiti di mezza stagione, maglione, giacca, impermeabile o ombrello.
In estate: vestiti leggeri, occhiali da sole, crema solare, una felpa per la sera, soprattutto nelle isole del Mar Egeo dove soffia il meltemi, o per la montagna. Per la montagna, scarpe da trekking, ombrello o impermeabile.

Vedi anche l'elenco delle isole greche.

Torna su