Indice


Introduzione



In Spagna sono presenti, a grandi linee, cinque tipi di clima: il clima delle coste atlantiche, fresco, umido e piovoso; il clima degli altipiani centrali, arido e continentale, con inverni abbastanza freddi ed estati a volte torride (v. Madrid); il clima mediterraneo delle regioni costiere dell'est e del sud (v. Barcellona, Baleari, Valencia, Malaga), mite e soleggiato; il clima montano dei Pirenei e delle Sierre, più o meno freddo a seconda della quota, e infine il clima quasi africano dell'Andalusia, mite in inverno e caldissimo in estate. Dunque, la Spagna non è un Paese ovunque mite e soleggiato come si potrebbe pensare.
Comunque, se si esclude la costa esposta a nord, in gran parte della Spagna l'estate è calda, secca e soleggiata.

Il nord


Costa atlantica

Sulle coste che si affacciano sull'Atlantico a nord (v. La Coruña, Gijon, Santander, Bilbao), l'inverno è mite e umido: le piogge sono frequenti e il sole è relativamente raro. Le coste della Galizia e delle Asturie, più esposte ai venti occidentali, sono spesso ventose, ma a volte questo può capitare anche in Cantabria e nei Paesi Baschi. In Galizia (v. Vigo) le piogge sono particolarmente abbondanti, soprattutto da ottobre ad aprile. Sulle coste atlantiche l'estate è fresca e piovosa, e anche a luglio e agosto il sole è spesso coperto dalle nuvole; il mare non è certo caldo (toccando appena i 20/21 °C ad agosto).
Ecco le temperature medie di Santander, in Cantabria.
@temp-Santander
In quest'area settentrionale le piogge sono abbondanti, e qualche pioggia può cadere anche in estate. A Santander cadono più di 1.100 millimetri di pioggia all'anno. Ecco le precipitazioni medie a Santander.
@prec-Santander
Sulla costa settentrionale dell'Atlantico, il sole non brilla molto spesso neanche in estate.
@sole-Santander

Clima mediterraneo



Nelle zone che si affacciano sul Mediterraneo e nel piccolo tratto costiero atlantico del Golfo di Cadice (v. Barcellona, Valencia, Isole Baleari, Almeria, Malaga, Cadice, Jerez de la Frontera), l'inverno è mite, ma rispetto alla costa atlantica del nord le piogge sono più rare e il sole è più frequente. Ciò è dovuto al fatto che le coste mediterranee della Spagna, esposte come sono ad est e a sud, sono relativamente riparate dalle perturbazioni che normalmente provengono da ovest.
Lungo le coste del Mediterraneo e sulle isole Baleari l'estate è calda e soleggiata come si conviene alle località mediterranee; l'aria è umida ma le brezze temperano il caldo durante il giorno.

Barcellona

Ecco le temperature medie di Barcellona, che si trova sulla parte nord della costa mediterranea. Barcellona in estate è calda e soleggiata, un po' meno calda di giorno ma più afosa di Madrid, con qualche raro temporale.
@temp-Barcellona
A Barcellona le piogge non sono abbondanti, e si deve far attenzione a non sprecare l'acqua. Ecco le precipitazioni medie.
@prec-Barcellona
Se nella Costa Brava (v. Lloret de Mar) e a Barcellona la temperatura media di gennaio è di 8/9 gradi, proseguendo più a sud, da Valencia in poi, diventa particolarmente mite e supera i 10 gradi di media anche nel mese più freddo.
Ad est di Valencia, le isole Baleari (Mallorca, Minorca, Ibiza e Formentera) hanno un clima mediterraneo, simile a quello della Sardegna, e la più orientale, Minorca, è anche la più ventosa, a causa del vento che a volte soffia dalla Francia. Ibiza e Formentera, le più meridionali, sono anche le più miti e le più riparate. Comunque l'estate è calda e soleggiata ovunque.
@temp-Ibiza

Alicante

A sud della Comunità Valenciana, dove la costa è esposta a sud-est, le precipitazioni annue scendono al di sotto dei 400 mm l'anno.
Ecco le temperature medie di Alicante, nella Costa Blanca.
@temp-Alicante
Nella Costa Blanca le precipitazioni sono particolarmente scarse. Ad Alicante cadono appena 285 millimetri di pioggia all'anno. Ecco le precipitazioni medie.
@prec-Alicante
Sulla costa centro-meridionale affacciata sul Mediterraneo il sole brilla abbastanza spesso anche in inverno.
@sole-Alicante
Ancora più a sud, la parte meridionale della Costa di Murcia e la Costa Almería, protette dalla Sierra Nevada, sono ancora più aride, e hanno inverni ben poco piovosi e ben soleggiati, così che, venendo a mancare le precipitazioni negli unici mesi piovosi che il clima mediterraneo concede (autunno e inverno), il clima di questa zona risulta addirittura semidesertico, come anche quello del Los Monegros, tra Saragozza e Lérida, dove sono stati girati i cosiddetti "spaghetti Western".
Nella costa dell'Andalusia, proseguendo verso ovest, il clima rimane mediterraneo (v. Malaga), ma sulla punta meridionale, dove si trovano Gibilterra e Tarifa, diventa più fresco e ventoso in estate, e più piovoso in inverno.
Nel sud-ovest della Spagna troviamo un'altra porzione di costa affacciata sull'Atlantico, la Costa de la Luz, ma qui il clima è mediterraneo, con estate calda e soleggiata, anche se l'influenza dell'oceano si fa sentire, per cui il caldo in genere non è afoso come nella costa mediterranea, e il mare è molto fresco anche in piena estate (vedi sotto).

Zone interne


Meseta

Le regioni interne della Spagna (v. Valladolid, León, Pamplona, Madrid, Salamanca, Saragozza), occupate in gran parte da un altopiano di altezza media 700/800 metri, conoscono invece inverni abbastanza freddi. A Madrid, al centro della Meseta, a 650 metri di quota, a gennaio le temperature notturne oscillano intorno allo zero, le massime intorno ai 10 °C; ma a volte in seguito alle irruzioni di aria fredda può nevicare e gelare.
In estate, sull'altopiano interno le giornate possono spesso essere torride, con massime ben oltre i 30 gradi, ma a causa dell'altitudine le notti sono abbastanza fresche, e d'altra parte il caldo è secco e dunque più sopportabile. A Madrid la temperatura raggiunge facilmente i 35/36 °C, e a volte anche i 40 °C.
Ecco le temperature medie.
@temp-Madrid
Nell'altopiano le precipitazioni non sono molto abbondanti, perché il grosso dell'umidità si scarica sui versanti atlantici, ma in autunno e in inverno sono comunque abbastanza frequenti. A Madrid cadono 455 millimetri di pioggia all'anno.

Madrid

Pianura andalusa

Nelle regioni interne del sud, nelle zone più basse dell'Estremadura (v. Badajoz) e nell'interno dell'Andalusia, l'estate è caldissima e soleggiata: Siviglia e Córdoba sono in effetti le città più calde d'Europa, e questa zona è come un pezzo di Africa in Europa. La temperatura raggiunge spesso i 38/40 °C, e a volte anche i 45 °C.
Ecco le temperature medie di Siviglia.
@temp-Siviglia
Nelle zone interne, soprattutto al sud, in estate il cielo è normalmente sereno, e anche in inverno vi sono parecchie giornate soleggiate.
@sole-Siviglia
Nelle località poste a quote collinari, come ad esempio a Granada, il caldo è temperato dall'altitudine, e le notti sono un po' più fresche, ma le giornate sono spesso torride.

Granada, Alhambra

Montagne



Le regioni di montagna hanno un clima progressivamente più freddo e nevoso con l'aumentare della quota; inoltre, a parità di quota fa certamente più freddo sui Pirenei a nord che nella meridionale Sierra Nevada, che però raggiunge altitudini notevoli (il monte Mulhacén sfiora i 3.500 metri), e dunque normalmente consente di sciare pur a latitudini così meridionali. Nulla vieta, dopo una giornata sulla neve, di scendere di quota e andare ad apprezzare l'aria mite della vicina Costa Tropical.
Esiste anche una cordigliera montuosa, il Sistema Centrale, che attraversa la Meseta, ed è divisa in varie catene; quella più vicina alla capitale è la Sierra de Guadarrama, la cui cima più alta è il Peñalara (2.428 metri), e dove è possibile sciare in inverno, mentre più a sud-ovest troviamo la Sierra de Gredos, anch'essa a non grande distanza da Madrid.
Ecco le temperature medie di Puerto de Navacerrada, situato a 1.858 metri.
@temp-Navacerrada
Qui il paesaggio è verdeggiante a causa della piovosità elevata: cadono 1.240 mm di pioggia o neve all'anno, con un massimo tra ottobre e dicembre (160/180 mm al mese), e un minimo a luglio e agosto (25 mm al mese).

Pirenei

Nelle zone settentrionali di Navarra, Aragona e Catalogna, troviamo la catena dei Pirenei. La cima più elevata dell'intera catena, il Pico de Aneto (3.404 metri), si trova in Aragona. Al di sopra dei 2.700 metri troviamo dei ghiacciai.
Ecco ad esempio le medie di Abaurregaina/Abaurrea Alta, situata a 1.050 metri, nella zona pirenaica della Navarra.
@temp-Abaurregaina
Ad Abaurregaina cadono 1.050 mm di pioggia o neve all'anno, con un minimo ad agosto (65 mm) e un massimo a novembre (180 mm). In un anno si verificano mediamente 126 giorni di pioggia e 26 di neve; le nevicate si verificano normalmente da novembre ad aprile.
Nel nord troviamo poi una catena montuosa parallela alla costa, la Cordigliera Cantabrica, la cui cima più alta, il Torre Cerredo, 2.648 metri, appartiene al gruppo dei Picos de Europa.

Temperatura del mare



Sulla costa nord-occidentale, il mare è sempre molto fresco, se non freddo, e raggiunge al massimo i 19 °C ad agosto, come possiamo vedere dalle temperature del mare presso La Coruna.
@mare-La Coruna
Sulla costa settentrionale (vedi Bilbao), la temperatura del mare è ancora molto fresca, anche se è un po' più elevata.
@mare-Bilbao
Sulla costa del Mar Mediterraneo (vedi Barcellona, Isole Baleari, Costa Blanca), la temperatura del mare è più alta, ed è abbastanza calda per fare i bagni da luglio a settembre.
@mare-Barcellona
A sud, sulla Costa del Sol (v. Malaga) il mare è meno caldo rispetto al resto del Mediterraneo, a causa dell'infiltrazione delle acque atlantiche.
@mare-Málaga
Il mare nella piccola parte nel sud-ovest, che si affaccia sull'Oceano Atlantico (Costa de la Luz, vedi Cadice) è ancora più fresco: qui la temperatura dell'oceano arriva appena a 21 °C ad agosto e settembre, anche se il clima è caldo e soleggiato.

Quando andare



Per chi cerca il sole e il mare, come abbiamo visto sulle coste atlantiche del nord l'estate è fresca e abbastanza piovosa, e la temperatura dell'Atlantico è decisamente fresca anche in questo periodo; è dunque preferibile la costa mediterranea, e i mesi migliori sono luglio e agosto.

Per visitare le città e compiere escursioni, l'estate è un'ottima stagione sul versante atlantico (nord e nord-ovest), dove si può trovare un tempo fresco, ben diverso da quello che si trova nel resto della Spagna. Stesso discorso per quanto riguarda le zone di montagna, soleggiate ma con una temperatura accettabile.
Il resto della Spagna durante l'estate è invece molto caldo, soprattutto a luglio e agosto, e il caldo può essere difficile da sopportare, almeno per quelli che lo soffrono. Questo vale soprattutto per le zone interne del sud (v. Siviglia, Cordova), che sono letteralmente infuocate, quasi una propaggine di Africa in Europa.
Le coste meridionali del Mediterraneo (Costa del Sol, Costa Blanca) hanno inverni spesso miti e soleggiati, per cui in queste zone il soggiorno può essere piacevole anche in inverno (almeno rispetto alle altre zone d'Europa).
In generale, però, le stagioni migliori per visitare la Spagna centrale e meridionale sono la primavera e l'autunno. A Madrid e Barcellona, ad esempio, settembre, maggio e giugno sono i mesi migliori (ma settembre, soprattutto a Barcellona, comincia ad essere abbastanza piovoso); a Siviglia, caratterizzata da un'estate particolarmente lunga e calda, i mesi migliori sono maggio, ottobre e aprile (quando già si superano facilmente i 25 gradi).

Per chi intendesse sciare, occorre tenere presente che la neve è più sicura sui Pirenei che nelle zone montuose del centro-sud. Come detto si scia anche a nord di Madrid, nella Sierra de Guadarrama, e più a sud, nella Sierra Nevada, dove comunque le piste di sci, anche se sono situate a quote molto alte (oltre i 3.000 metri), non garantiscono sempre la presenza della neve, come si è potuto vedere alcuni anni fa, in occasione dei mondiali di sci, che furono rimandati all'anno successivo per mancanza di neve.

Cosa portare in valigia



In inverno: Per Madrid e la Meseta: vestiti caldi, maglione, piumino, impermeabile o ombrello. Per la costa atlantica settentrionale e Barcellona: vestiti caldi, maglione, giacca a vento, impermeabile o ombrello. Per la costa meridionale: vestiti di mezza stagione, maglione, giacca e ombrello. Per i Pirenei: abbigliamento da montagna.

In estate: per la costa atlantica settentrionale: vestiti leggeri, t-shirt, ma anche giacca, felpa o maglione; impermeabile o ombrello. Per Madrid e la Meseta: vestiti leggeri, un cappello per il sole, una felpa per le serate fresche, eventualmente un ombrello. Per Barcellona, le Baleari e il sud, vestiti leggeri, cappello per il sole, una felpa per la sera a giugno e settembre (ma anche a luglio e agosto nella Costa de la Luz e a Tarifa).
Per la montagna, scarpe da trekking, crema solare e occhiali da sole.

Per il clima delle Canarie, v. le Isole Canarie.

Torna su